Italia-Cina: il premier Conte in visita a Pechino

Pubblicato il 26 aprile 2019 alle 11:31 in Cina Italia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, si recherà in visita in Cina, dal 26 al 28 aprile, dove assisterà ad alcune sessioni di lavoro, in vista della partecipazione italiana alla Belt and Road Initiative.  

È quanto riferisce il sito della Presidenza del Consiglio, riportando tutte le attività in programma del rappresentante italiano. Il primo giorno è strutturato in alcune visite. Conte è atteso venerdì 26 aprile, alle 17, ora locale, presso la Rappresentanza della comunità italiana in Cina, nell’Ambasciata d’Italia a Pechino. Segue poi una visita al Palazzo dell’Assemblea Nazionale del Popolo, a Piazza Tienanmen. In serata, è prevista una cena di benvenuto con il Presidente della Repubblica Popolare cinese, Xi Jinping, e i Capi di Stato e di Governo.

La mattina di sabato 27 aprile, alle ore 10.00, il presidente del Consiglio arriverà a Yanqi Lake, all’International Conference Center (ICC), per la cerimonia di benvenuto del “Second Belt and Road Forum for International Cooperation”. Sono qui previste tre sessioni di lavoro, la prima è stata definita “Boosting Connectivity to Explore New Sources of Growth”, che si concentra sulla promozione della connettività per esplorare nuove risorse di crescita. La seconda sessione di lavoro, “Strengthening Policy Synergy and Building Closer Partnership”, che significa rafforzamento della sinergia delle politiche e costruzione di una partnership più stretta, è prevista per l’ora di pranzo. Alle 15 si terrà la terza ed ultima sessione di lavoro “Promoting Green & Sustainable Development to Implement the UN 2030 Agenda”, che ha come focus la promozione dello sviluppo sostenibile a supporto dell’agenda delle Nazioni Unite per il 2030. Infine, in serata, il premier Conte  incontrerà il presidente della Repubblica Popolare cinese, Xi Jinping, presso il Palazzo dell’Assemblea Nazionale del Popolo, a Pechino.

L’ultimo giorno di questa visita ufficiale, domenica 28 aprile, sarà caratterizzato da altre visite ed incontri. In mattinata Conte si recherà presso la Residenza di Stato di Diaoyutai, dove terrà un colloquio con il primo ministro della Repubblica Popolare cinese, Li Keqiang. Poco dopo, è prevista una visita alla Citta Proibita. Prima di tornare a Roma, il premier si recherà anche al Museo Nazionale cinese per la mostra “The Journey Back Home” che espone 796 reperti cinesi restituiti dall’Italia, grazie ad una collaborazione con il Ministero della Cultura e del Turismo cinese. Questa visita rappresenta gli stretti rapporti che Roma sta coltivando con Pechino, in questi mesi. Infatti, Italia e Cina hanno  siglato un memorandum di cooperazione per la costruzione congiunta del Belt and Road, la Nuova Via della Seta, il 23 marzo a Roma, durante la visita di stato del presidente Xi Jinping in Italia. Si è trattato di un momento storico importante nel corso dei rapporti bilaterali tra i due Paesi e di un gesto che ha suscitato molti dibattiti sia a livello interno in Italia che da parte dei suoi alleati storici, Usa ed Unione Europea.

Il memorandum è stato un momento dal grande valore simbolico, l’Italia è il primo dei grandi Paesi occidentali e il primo membro del G7 ad aderire all’iniziativa Belt and Road, lanciata dal presidente Xi Jinping nel 2013. Questa l’apertura del tabloid sulla politica estera del Quotidiano del Popolo, il giornale del Partito Comunista Cinese all’indomani della storica firma del memorandum di intesa sulla costruzione congiunta del Belt and Road tra Italia e Cina. La cerimonia di sigla si è svolta a Villa Madama, l’accordo è stato firmato dal vice premier e ministro allo sviluppo economico italiano Luigi di Maio e dal direttore della Commissione Centrale per lo Sviluppo e le Riforme cinese, He Lifeng, di fronte al presidente Xi Jinping e al presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.