Grecia: scontri tra polizia e migranti

Pubblicato il 6 aprile 2019 alle 15:27 in Grecia Immigrazione

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La polizia greca si è scontrata con gruppi di migranti e rifugiati i quali erano accampati in una zona vicino al confine settentrionale del Paese nel tentativo di varcare la frontiera ed entrare negli Stati vicini per dirigersi nell’Europa del nord.

Nella giornata di sabato 6 aprile, sono stati riportati scontri tra la polizia locale e un gruppo di migranti che starebbe cercando di attraversare il confine del Paese. La polizia antisommossa ha lanciato lacrimogeni a dozzine di persone, adulti e bambini, mentre alcuni migranti lanciavano pietre e bottiglie nel tentativo di spezzare il cordone creato dalla polizia e raggiungere la strada che li avrebbe condotti al confine, la quale era stata bloccata dalle forze dell’ordine.

Giovedì 4 aprile, centinaia di persone, tra cui minori, erano arrivati presso un campo attiguo a quello per migranti di Diavata, vicino al confine con la Macedonia del Nord, e vi si erano stanziati montando circa un centinaio di tende e giacigli provvisori. Nonostante la presenza della polizia e le esortazioni di vari ministri a ritornare, accompagnati, nei centri di detenzione e accoglienza, i membri del gruppo si erano rifiutati di muoversi dal luogo. Secondo quanto riferito da vari media, i migranti avevano in progetto di costituire un movimento organizzato volto ad attraversare il confine nord-occidentale della Grecia con l’Albania entro i primi del mese di aprile.

“È una bugia che le frontiere apriranno”, aveva affermato il Ministro per la Migrazione greco, Dimitris Vitsas, durante una diretta dell’emittente televisiva statale ERT, nella giornata di venerdì 5 aprile.

Decine di migliaia di rifugiati e migranti, in primis provenienti dalla Siria, dall’Iraq e dall’Afghanistan, sono attualmente bloccati in Grecia da quando i Paesi dei Balcani hanno chiuso le loro frontiere nel 2016, bloccando l’accesso al principale passaggio utilizzato dalle rotte migratorie dirette verso l’Europa settentrionale.

 

Consulta l’archivio sull’immigrazione di Sicurezza Internazionale, dove troverai centinaia di articoli in ordine cronologico.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.