Putin in Kirghizistan: rappresentiamo stabilità in Asia Centrale

Pubblicato il 29 marzo 2019 alle 6:10 in Kirghizistan Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La presenza del nostro eservito in Kirghizistan fornisce un contributo significativo al rafforzamento della capacità di difesa del Paese, nonché a garantire la sicurezza in tutta l’Asia centrale. Ad affermarlo il presidente russo Vladimir Putin in seguito ai colloqui a Bishkek con il presidente kirghiso Sooronbay Jeenbekov.

“La base militare russa in Kirghizistan sta dando un contributo significativo al rafforzamento della capacità di difesa della Repubblica, e la sua presenza è un fattore importante per la sicurezza e la stabilità in Asia centrale”, ha dichiarato Putin. La Russia e il Kirghizistan hanno infatti concordato di rafforzare la cooperazione nel settore tecnico-militare.

Putin ha poi osservato che durante i colloqui a Bishkek è stata espressa la coincidenza delle posizioni dei due paesi su questioni regionali chiave. “In particolare, abbiamo concordato di continuare a coordinare il lavoro all’ONU e su altre importanti piattaforme internazionali”, ha affermato il presidente della Federazione Russa.

Il presidente russo ha poi ricordato che quest’anno il Kirghizistan presiederà due importanti eventi come la Shanghai Cooperation Organization (SCO) e la Collective Security Treaty Organization (CSTO).

“Saremo felici di venire a Bishkek e prendere parte ai summit SCO e CSTO che si terranno nella capitale kirghisa, rispettivamente a giugno e novembre, e contiamo sui partner di queste organizzazioni per discutere in dettaglio importanti temi come le minacce nello spazio eurasiatico”,  ha sottolineato il leader russo.

Nella giornata di ieri, durante la visita di Putin a Bishkek, è stato firmato un protocollo che modifica e integra l’accordo del 2012 sulle condizioni e lo status della base militare russa nel territorio kirghiso. Il protocollo contiene chiarimenti che andranno a beneficio del funzionamento effettivo della base russa nel prossimo futuro. Secondo la bozza del documento, la Russia aumenterà leggermente la superficie dei terreni che affitta per le strutture militari di quasi 60 ettari e, in proporzione, l’affitto base aumenterà da $291.000, a quasi $ 4,8 milioni all’anno.
Attualmente la base militare russa in Kirghizistan comprende diverse strutture militari, tra cui una base aerea nella città di Kant.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.