Hezbollah respinge decisione del Regno Unito di bandire la sua ala politica

Pubblicato il 5 marzo 2019 alle 6:45 in Libano UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Hezbollah ha respinto la decisione del Regno Unito di bandire anche l’ala politica del movimento sciita libanese, dichiarando che, in tal modo, Londra dimostra di avere “un’obbedienza servile” nei confronti degli Stati Uniti.

Itale commento è stato rilasciato dall’Ufficio delle Relazioni mediatiche di Hezbollah, il quale ha sottolineato la resistenza dell’organizzazione nei confronti dell’occupazione israeliana e ha riferito che nessuno Stato ha il diritto di accusare i militanti libanesi di essere terroristi. Il comunicato aggiunge che “le persone libere nel Regno Unito sanno bene chi ha creato il terrorismo in Medio Oriente”, riferendosi agli Stati Uniti e ai suoi alleati internazionali e regionali.

Alla luce di ciò, secondo Hezbollah la decisione di Londra è un insulto ai sentimenti, alle simpatie e alla volontà dei cittadini libanesi che considerano l’organizzazione una delle maggiori forze politiche popolai rappresentante nel Parlamento e nel governo di Beirut.

A fine febbraio, il Regno Unito ha reso noto di avere intenzione di bandire l’ala politica di Hezbollah, in base alle proprie leggi anti-terrorismo. Tale decisione ha seguito lo scandalo relativo alla presenza di bandiere di Hezbollah, sulle quali è raffigurato un kalashnikov, presso una manifestazione a favore die palestinesi a Londra.

Hezbollah, in arabo “Partito di Dio”, è un’organizzazione paramilitare sciita libanese nata nel 1982 che si è trasformata, nel tempo, in un partito politico locale. Alcuni Paesi considerano un gruppo terroristico soltanto l’ala militare di Hezbollah, facendo una distinzione con il partito politico. Tale distinzione è stata effettuata finora dalla Gran Bretagna che, dal 2008, ha bandito soltanto l’ala militare di Hezbollah. Gli Stati Uniti, al contrario, non effettuano una simile separazione. Da parte sua, l’Unione Europea ha bandito l’ala militare di Hezbollah nel 2012, in seguito ad un attacco contro i membri di un’organizzazione israeliana in Bulgaria, in cui morirono 5 israeliani e un bulgaro musulmano.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.