Lavrov in Qatar: continueremo a collaborare con Doha

Pubblicato il 4 marzo 2019 alle 16:57 in Qatar Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia continuerà a collaborare con il Qatar e a coordinarsi con l’emirato in ambito energetico. A dichiararlo il capo della diplomazia russa Sergej Lavrov in visita ufficiale a Doha, dove è stato ricevuto dall’Emiro Tamim Al-Thani, secondo quanto comunica il Ministero degli Esteri della Federazione russa

Il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov è arrivato in Qatar nel quadro di un tour attraverso i paesi del Golfo iniziato con l’obiettivo di discutere di commercio bilaterale, energia, investimenti e questioni regionali tra cui le crisi in Siria, Yemen e Libia e la questione israelo-palestinese.

Lavrov ha iniziato lunedì 4 marzo il viaggio ufficiale nella penisola arabica, ed ha in programma di recarsi in Arabia Saudita, in Kuwait e negli Emirati Arabi Uniti dopo la prima tappa nella capitale del Qatar, Doha.

I media russi hanno riferito che Lavrov, nei suoi colloqui con i ministri e gli alti funzionari del governo del Qatar, avrebbe messo sul tavolo dei negoziati “l’attuazione di accordi di alto livello, progetti nel settore energetico, nell’industria, in agricoltura e per l’uso pacifico dello spazio”. Una dichiarazione che conferma la vicinanza di Mosca con l’emirato dopo il blocco panarabo varato contro Doha. 

Il Qatar ha investito negli ultimi anni svariati miliardi di dollari nell’economia russa e recentemente ha concluso un accordo da 11,5 miliardi di dollari per l’acquisto di quasi il 20 percento della compagnia petrolifera statale russa Rosneft, che diventerebbe così una compagnia a capitale misto russo-qatariota, con lo stato russo che rimane proprietario e azionista di maggioranza.

I legami tra i due paesi si sono intensificati dopo il blocco del Qatar da parte dell’Arabia Saudita, degli Emirati Arabi Uniti, dell’Egitto e del Bahrain nel 2017. La Russia ha costantemente chiesto la fine del blocco economico e il superamento della crisi attraverso i negoziati, un appello rivolto direttamente dal presidente Putin all’erede al trono saudita Mohammed bin-Salman durante il viaggio in Russia di quest’ultimo per i mondiali di calcio.

Ibrahim Fraihat, analista politico presso l’Istituto di Doha, ha dichiarato all’emittente qatariota Al Jazeera che durante il suo viaggio nei paesi del Golfo, Lavrov spera di raccogliere sostegno per affrontare la situazione in Siria. “La Russia sta cercando di istituire un comitato costituzionale intersiriano per far fronte alla situazione in Siria, nel quadro del processo di ricostruzione nel paese – ha affermato Fraihat – la Russia sta cercando di trovare un’opportunità in cui possa giocare un ruolo di primo piano nella politica del Medio Oriente”.

Lavrov ha affermato che la situazione in Siria si è visibilmente stabilizzata dopo le operazioni delle forze governative siriane con il supporto aereo russo. ma ha aggiunto che era troppo presto per dichiarare definitivamente eliminata la “minaccia terroristica” in Siria. 

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e dall’inglese e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.