Ambasciatore russo ONU: USA e Regno Unito stanno rapinando il Venezuela

Pubblicato il 28 febbraio 2019 alle 6:10 in Russia Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

“Interferendo negli affari interni del Venezuela, gli Stati Uniti hanno in testa un solo obiettivo: rovesciare il governo del Paese caraibico”, ha affermato il rappresentante permanente della Federazione Russa presso le Nazioni Unite, Vasily Nebenzya, durante una riunione del Consiglio di Sicurezza.

Secondo quanto dichiarato dal diplomatico russo, Washington starebbe seriamente valutando la possibilità di intervenire militarmente nel Paese latinoamericano.

Nebenzya ha poi proseguito il suo intervento alla riunione del Consiglio di Sicurezza accusando gli Stati Uniti e la Gran Bretagna di aver derubato il Venezuela di oltre 30 miliardi di dollari.

“Davanti agli occhi di tutto il mondo stanno rapinando un Paese sovrano, cercando di portarlo a chiedere l’elemosina affinché con la scusa di un intervento umanitario possano rovesciare un regime non gradito. Ciò che sta accadendo rappresenta una sera violazione del diritto internazionale, ha dichiarato il rappresentante russo.

Il diplomatico ha poi invitato gli Stati Uniti a sbloccare i conti delle società venezuelane bloccati sotto la loro giurisdizione.

“Al posto del tentativo ipocrita di introdurre nel Paese aiuti umanitari per 20 milioni di dollari, sarebbe auspicabile che Washington decidesse di sbloccare immediatamente i conti delle società venezuelane per 11 miliardi dollari, in modo da poterli destinare all’acquisto di medicinali, prodotti e beni di prima necessità”, ha concluso Nebenzya.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione