Regno Unito vuole bandire anche l’ala politica di Hezbollah

Pubblicato il 27 febbraio 2019 alle 6:01 in Libano UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Regno Unito ha reso noto di avere intenzione di bandire l’ala politica di Hezbollah, in base alle proprie leggi anti-terrorismo. Tale decisione segue lo scandalo relativo alla presenza di bandiere di Hezbollah, sulle quali è raffigurato un kalashnikov, presso una manifestazione a favore die palestinesi a Londra.

“Hezbollah sta continuando a destabilizzare la fragile situazione in medio oriente”, ha dichiarato il segretario di Stato per gli Affari Interni del Regno Unito, Sajid Javid, il quale ha aggiunto che il suo Paese non distinguerà più tra l’anima politica e quella militare del movimento libanese. La decisione definitiva verrà presa in seno al parlamento nel corso di questa settimana.

Hezbollah, in arabo “Partito di Dio”, è un’organizzazione paramilitare sciita libanese nata nel 1982 che si è trasformata, nel tempo, in un partito politico locale. Alcuni Paesi considerano un gruppo terroristico soltanto l’ala militare di Hezbollah, facendo una distinzione con il partito politico. Tale distinzione è stata effettuata finora dalla Gran Bretagna che, dal 2008, ha bandito soltanto l’ala militare di Hezbollah. Gli Stati Uniti, al contrario, non effettuano una simile separazione. Da parte sua, l’Unione Europea ha bandito l’ala militare di Hezbollah nel 2012, in seguito ad un attacco contro i membri di un’organizzazione israeliana in Bulgaria, in cui morirono 5 israeliani e un bulgaro musulmano.

Israele ha accolto positivamente la decisione del governo inglese, esortando l’UE ad effettuare la stessa equiparazione. “Tutti coloro che vogliono combattere il terrorismo devono respingere questa falsa distinzione tra l’ala militare e l’ala politica di Hezbollah”, ha dichiarato il ministro della Sicurezza israeliano, Gilad Erdan, in un tweet.

Il governo di Londra sta valutando di bandire anche Anssarul islam, un gruppo jihadista attivo al confine tra il Mali e il Burkina Faso dal 2016, e il Group to Support Islam and Muslims (JNIM), che ha giurato fedeltà al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQIM). Ad oggi, il Regno Unito ha stilato una lista di 74 organizzazioni terroristiche in base al Terrorism Act del 2000.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.