Russia vuole diventare membro del Consiglio per i diritti umani dell’ONU

Pubblicato il 8 febbraio 2019 alle 14:09 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia farà richiesta di adesione al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite (UNHRC) dal 2021 al 2023. A dichiararlo nel corso di una conferenza stampa il rappresentante permanente della Russia presso l’ONU, Gennady Gatilov, alla vigilia della Giornata dei diplomatici, che si celebra il 10 febbraio.

“Abbiamo intenzione di presentare domanda per il periodo 2021-2023”, ha affermato il diplomatico.

Il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite è composto da 47 paesi membri eletti per un periodo di tre anni. Alla fine del 2016, la Russia non è stata inclusa nella composizione del Consiglio per il periodo 2017-2019.

Gatilov ha osservato che la Russia viene spesso criticata per presunte violazioni dei diritti umani senza però nessuna prova concreta a sostegno di tali allegazioni. Da parte sua, la Russia continua a finanziare attivamente e stabilmente le attività nel settore dei diritti umani e propone anche iniziative nel campo dei diritti umani su piattaforme internazionali.

Allo stesso tempo, Mosca non accetta l’utilizzo di “due pesi e due misure” quando si parla di diritti umani, come quando in alcuni paesi le violazioni sistematiche di tali diritti vengono deliberatamente ignorate.

“Michelle Bachelet ha recentemente assunto l’incarico di Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, manteniamo regolari contatti di lavoro con lei e ci auguriamo che terrà conto degli errori del suo predecessore in questo ambito e condurrà le sue attività sulla base del parere degli stati membri tenendo conto dei loro interessi. Possiamo dire che finora sta facendo tutto in modo abbastanza equilibrato e, soprattutto, sta cercando di contribuire a creare un’atmosfera costruttiva nel campo dei diritti umani “, ha concluso Gatilov.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.