Yemen: 5 militanti di al-Qaeda morti in un raid

Pubblicato il 26 novembre 2018 alle 15:21 in Medio Oriente Yemen

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un drone ha colpito 5 militanti di al-Qaeda, tra cui un comandante locale, nei pressi della provincia di Bayda, nello Yemen centrale, nella giornata di domenica 25 novembre.

Secondo quanto riportato da The New Arab, si è trattato di un bombardamento compiuto dagli Stati Uniti, i quali sono l’unica forza che effettua operazioni con i droni nel Paese mediorientale. Un ufficiale di Bayda ha riferito che i militanti uccisi erano armati e stavano viaggiando a bordo di un’auto quando il drone li ha colpiti. Il comandante di al-Qaeda coinvolto era conosciuto con il nome di “Dahab”, che in arabo significa “oro”.

Dalla sua nascita, nel gennaio 2009, Al-Qaeda nella penisola araba (AQAP) ha sviluppato un’organizzazione letale a livello internazionale, mantenendo la propria base in Yemen. La scarsa sicurezza locale offre all’organizzazione terroristica un ambiente particolarmente propizio per operare all’interno del Paese e per pianificare operazioni all’estero. Lo Yemen, dal 22 marzo 2015, sta vivendo una guerra civile combattuta tra i ribelli sciiti Houthi e le forze governative del presidente Mansour Hadi, sostenuto dalla coalizione a guida saudita, appoggiata, a sua volta, dagli USA, i quali inviano armi, carburante per gli aerei e riferiscono informazioni dell’intelligence. La coalizione araba a guida saudita, composta da Arabia Saudita, Bahrein, Egitto, Kuwait, Sudan ed Emirati Arabi Uniti, è entrata nel conflitto yemenita il 26 marzo 2015, in sostegno del presidente Hadi, l’unico riconosciuto dalla comunità internazionale.

Tale situazione ha trascinato il Paese in una delle più gravi crisi umanitarie al mondo. Nei giorni passati, Save the Children ha stimato che 85.000 bambini al di sotto dei 5 anni sono morti di fame e di stenti dall’inizio del conflitto. Al momento, sono circa 22 milioni di persone, che corrispondono a un quarto della popolazione, a dipendere dall’assistenza umanitaria.

Le forze americane, in collaborazione con il governo yemenita di Hadi, stanno conducendo operazioni anti-terrorismo contro l’ISIS e AQAP, per danneggiare la loro operatività. Da quando il presidente Donald Trump è salito alla guida della Casa Bianca, il 20 gennaio 2017, le operazioni ed i bombardamenti aerei per mezzo di droni contro le forze terroristiche sono aumentati.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.