Premier Etiopia nella regione Amhara: atteso trilaterale con Eritrea e Somalia

Pubblicato il 9 novembre 2018 alle 11:13 in Africa Etiopia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo ministro dell’Etiopia, Abiy Ahmed, è giunto in visita ufficiale nella regione Amhara, per colloquiare con alcuni gruppi interessati ad investire nell’area e per discutere di diversi progetti.

La notizia è stata annunciata dall’ufficio del premier che, tuttavia, che non ha specificato la durata del viaggio. A breve, è atteso l’arrivo anche del presidente dell’Eritrea, Isaias Afwerki, nella sua terza visita ufficiale in Etiopia dalla firma del primo accordo di pace, il 9 luglio scorso. I due capi di Stato, secondo quanto riferito da Africa News, saranno raggiunti dalla controparte somala, il presidente Mohammed Abdullahi Fermajo, con cui parteciperanno alla seconda edizione del meeting tripartito. Il primo incontro era avvenuto all’inizio di settembre ad Asmara, dove avevano concordato di rilanciare la pace e lo sviluppo del Corno d’Africa.

Dalla firma della dichiarazione congiunta di pace e amicizia dello scorso 9 luglio, Afwerki ha compiuto due visite ufficiali in Etiopia. La prima è avvenuta tra il 14 e il 16 luglio, mentre la seconda il 14 ottobre. Il conflitto tra Etiopia ed Eritrea era in corso dal 6 maggio 1998, per via della demarcazione dei propri confini. Nonostante l’accordo di Algeri, firmato il 12 dicembre del 2000, periodici scontri si erano verificati in seguito al rifiuto dell’Etiopia di accettare la sentenza della Commissione per la delimitazione dei confini sostenuta dall’ONU. Tale sentenza aveva stabilito che la città di Badme, alla frontiera tra i due Stati, dovesse essere ceduta all’Eritrea. Tuttavia, l’Etiopia si era sempre rifiutata di accettare questa condizione. Il 6 giugno 2018, con una dichiarazione inaspettata, il premier etiope, Abiy Ahmed, ha reso noto di essere pronto ad accogliere integralmente tutte le decisioni della Commissione, accogliendo di fatto anche la cessione di Badme.

Dall’inizio del proprio mandato, inaugurato il 2 aprile, Abiy Ahmed ha avviato una serie di riforme politiche, economiche e sociali per far compiere all’Etiopia una transizione democratica. Oltre ad aver avviato la normalizzazione dei rapporti tra tutti i Paesi del Corno d’Africa, il premier etiope sta altresì lavorando per rafforzare i rapporti dell’Etiopia al di fuori dal continente africano. L’11 ottobre, Ahmed ha incontrato il premier italiano, Giuseppe Conte, ad Addis Abeba, con cui ha firmato una serie di accordi commerciali del valore di 22 milioni di euro, e discusso dell’immigrazione. Il 29 ottobre, Ahmed si è recato a Parigi, dove ha colloquiato con il presidente Emmanuel Macron, mentre il 30 ottobre è volato in Germania per incontrare la cancelliere Angela Merkel.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.