ONU estende missione nel Sahara Occidentale di 6 mesi

Pubblicato il 3 novembre 2018 alle 6:01 in Africa Sahara Occidentale

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha esteso di 6 mesi la missione nel Sahara Occidentale (MINURSO). L’obiettivo della decisione è quello di cercare di porre fine alla disputa territoriale con il Marocco, che va avanti dal 1975. Ad avviso del coordinatore politico della missione permanente degli USA all’Onu, Amy Tachco, non è più possibile continuare ad operare come fatto finora, in quanto l’inviato speciale delle Nazioni Unite nel Sahara Occidentale dovrà riportare in maniera più regolare lo sviluppo dei colloqui. “E’ tempo di vedere un progresso concreto dopo 27 anni per porre fine allo status quo”, ha affermato Tachco.

La disputa nel Sahara occidentale risale al 1975 quando, in seguito al ritiro del dominio spagnolo, il Marocco annesse una parte di tale area, situata sulla costa nord-occidentale dell’Africa. In risposta, nel 1976, il Fronte Polisario, costituitosi come movimento il 10 maggio 1973, annunciò la nascita della Repubblica Democratica Araba dei Sahrawi (SADR), instaurando un governo in esilio in Algeria. Successivamente, intraprese una guerriglia per l’indipendenza fin quando, il 6 settembre 1991, venne dichiarato un cessate il fuoco, promosso dalla Missione delle Nazioni Unite per il referendum nel Sahara Occidentale (MINURSO). A oggi, il governo di Rabat rivendica la propria sovranità sul Sahara Occidentale.

Il Fronte Polisario, invece, continua a battersi affinché venga indetto un referendum per l’autodeterminazione del proprio territorio, dove risiedono circa mezzo milione di individui. Il Fronte, infatti, controlla una striscia desertica del Sahara Occidentale a est delle mura di difesa del Marocco. Si stima che i militanti siano circa 10.000, concentrati non nel Sahara Occidentale, ma a Tindouf. In questa città, il Fronte organizza campi profughi per la popolazione sahrawi che, secondo le ultime stime delle Nazioni Unite, lì soffrono per la mancanza di aiuti umanitari e per malnutrizione.

La MINURSO è stata istituita dalla Risoluzione 690 del 29 aprile 1991 del Consiglio di sicurezza, in conformità con le proposte di transazione accettate il 30 agosto 1988 dal Marocco e dal Fronte Polisario. Il piano di insediamento, approvato dal Consiglio di sicurezza, prevedeva un periodo transitorio per la preparazione di un referendum con cui il popolo del Sahara occidentale avrebbe scelto tra indipendenza e integrazione con il Marocco.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.