Nicaragua, Mosca contro Washington: è potenza distruttrice

Pubblicato il 9 settembre 2018 alle 6:08 in America centrale e Caraibi Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia ha denunciato al Consiglio di Sicurezza dell’ONU l’ingerenza degli Stati Uniti negli affari interni del Nicaragua e l’intenzione di Washington di utilizzare lo stesso Consiglio di Sicurezza come “un giudice” contro il paese centroamericano.

In un dibattito convocato dalla rappresentante statunitense Nikki Haley, che presiede questo mese il Consiglio, e che è stato criticato da vari membri del consiglio stesso, il rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite, Vassilyj Nebenzja, ha sottolineato le ripercussioni negative della riunione per il Nicaragua. 

“Alcuni membri del Consiglio di Sicurezza vogliono fare pressione su uno Stato sovrano affinché realizzi cambiamenti, ma il dibattito convocato potrebbe causare un incremento e una radicalizzazione della polarizzazione in Nicaragua” – ha affermato il diplomatico russo, che ha aggiunto: “Forse è precisamente questo il desiderio di chi ha sponsorizzato questa discussione”.

Inoltre, Nebenzja ha criticato la storica ingerenza di Washington in varie nazioni latinoamericane che non seguono le politiche “imperiali e capitaliste” dettate dagli USA

Se gli Stati Uniti fossero tanto preoccupati per la situazione dei cittadini nicaraguensi, sarebbe logico che abrogassero le misure restrittive che hanno imposto al paese per motivi politici” – ha attaccato l’ambasciatore russo. “In molte occasioni – ha aggiunto – il concetto di violazione dei diritti umani si usa in maniera ipocrita, perché i conflitti che si fomentano dall’estero sono la causa stessa di queste violazioni dei diritti umani”.

Pertanto, il diplomatico russo ha chiesto agli Stati Uniti di smettere di imporre tendenze colonialiste in Nicaragua ed usare la propria posizione di potere per scagliarsi contro il Governo del paese mesoamericano. 

“Quelli che tentano di distruggere l’economia nicaraguense per provocare scontento popolare sono precisamente gli iniziatori dei dibattiti come questo, nel Consiglio di Sicurezza” – ha sottolineato Nebenzja. 

In conclusione il rappresentante di Mosca ha segnalato che la situazione nel paese si sta stabilizzando, e che i problemi del Nicaragua devono risolversi con un dialogo pacifico all’interno del paese, e non per mezzo dell’ingerenza di una potenza “straniera e distruttrice”.

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.