Gibuti ed Eritrea normalizzano i rapporti dopo dieci anni

Pubblicato il 7 settembre 2018 alle 19:27 in Eritrea Gibuti

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Eritrea ed il Gibuti hanno deciso di normalizzare i propri rapporti dopo dieci anni in cui sono stati interrotti per via di una disputa territoriale. La decisione è stata presa nella giornata di giovedì 6 settembre, nel corso di un summit ad Asmara, in Eritrea, dove erano presenti anche i leader della Somalia e dell’Etiopia, favorevoli alla riconciliazione dei vicini, al fine di riportare la pace nel Corno d’Africa.

“Dopo un lungo periodo di separazione, l’Eritrea ed il Gibuti hanno deciso di riallacciare le relazioni”, ha comunicato il ministro degli Esteri etiope, Workneh Gebeyehu su Facebook. Da parte sua, il ministro degli Esteri del Gibuti, Mahmoud Ali Youssouf ha riferito che, grazie alla volontà dei due Paesi africani di riconciliarsi, tutte le altre questioni in corso troveranno una soluzione.

La disputa territoriale tra Gibuti ed Eritrea era considerata l’ultima tensione da risolvere per ristabilire una pace durevole nella regione del Corno d’Africa. I conflitti in seno a tale regione erano scoppiati nel 2008, dopo che il Gibuti aveva accusato l’Eritrea di aver posizionato le proprie truppe al confine, spargendo paura in tutta la regione. Gli scontri, all’epoca, durarono diversi giorni, causando la morte di decine di truppe del Gibuti. Le tensioni si sono inasprite nel giugno 2017, in concomitanza alla crisi diplomatica nel Golfo, nell’ambito della quale, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein ed Egitto hanno interrotto i rapporti con il Qatar, accusandolo di supportare il terrorismo. Il Gibuti e l’Eritrea hanno sempre intrattenuto rapporti amichevoli con Riyad. Mentre Gibuti City si è schierata con il blocco saudita, diminuendo i rapporti con il Qatar, Asmara ha rigettato le accuse mosse contro Doha, dichiarando che le proprie relazioni con il Qatar “rimarranno intatte”.

Somalia ed Etiopia collaborano attivamente per cercare di normalizzare le relazioni tra i vicini tanto che, a luglio, l’ambasciatore etiope alle Nazioni Unite, Takeda Alemu, aveva riferito al Consiglio di sicurezza che Addis Abeba aveva condotto alcuni colloqui soddisfacenti con il ministro degli Esteri del Gibuti. Da parte sua, il presidente somalo, Mohamed Abdullahi Mohamed Fermajo, si era recato in Gibuti nel mese di agosto per discutere della normalizzazione delle relazioni tra Somalia ed Eritrea, dopo essere stato criticato da parte dell’Onu per aver sospeso le sanzioni contro Asmara. Il Gibuti si era formalmente opposto a tale mossa, con una dichiarazione rilasciata il primo agosto. Le sanzioni economiche e l’embargo sulle armi nei confronti dell’Eritrea erano state imposte nel 2009 per il sospettato supporto ai militanti islamisti di Al-Shabaab in Somalia.  

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.