Maldive: candidato di opposizione preoccupato per le elezioni

Pubblicato il 29 agosto 2018 alle 9:07 in Asia Maldive

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il candidato di opposizione alla presidenza delle Maldive, Ibu Mohamed Solih, ritiene che le elezioni di settembre non saranno libere e giuste, anche se spera che i cittadini lo sosterranno per scalzare il presidente Abdulla Yameen.

Yameen, in carica dal 17 novembre 2013, si è candidato nuovamente per cercare di ottenere il secondo mandato. Il 5 febbraio scorso, il leader ha imposto lo stato di emergenza in risposta ad una decisione emessa dalla Corte Suprema, presa il primo febbraio, contraria all’interesse pubblico e alla sicurezza nazionale, che imponeva il rilascio di 9 oppositori politici che erano stati condannati in precedenza per terrorismo. Durante il periodo di stato di emergenza sono stati arrestati, con l’accusa di tentato rovesciamento del governo, l’ex presidente, Maumoon Abdul Gayoom, il presidente della Corte Suprema, Abdulla Saeed, e altri due giudici della Corte Suprema. Tale condizione è stata revocata il 22 marzo.

 Solih, membro della coalizione di opposizione guidata dal Maldivian Democratic Party (MDP), ha rilasciato le dichiarazioni di fronte a una folla di 400 cittadini delle Maldive residenti in Sri Lanka, lunedì 28 agosto. “Siamo molto preoccupati per la situazione”, ha precisato il candidato. Il suo intervento si è tenuto il Sri Lanka, in quanto è stato stimato che vi sono residenti circa 30.000 cittadini delle Maldive, i quali formato il blocco più numeroso di maldiviani che vivono all’estero.

Le Maldive, abitate da circa 400mila persone e conosciute prettamente come località turistica e balneare, hanno sperimentato un periodo di agitazione politica sin da quando Mohamed Nasheed, il primo leader del Paese a essere eletto democraticamente, nel 2008, è stato obbligato a dimettersi dalle forze dell’ordine, in seguito a un ammutinamento e golpe della polizia nel 2012. Poco dopo l’annuncio delle sue dimissioni forzate, il vice di Nasheed, Mohammed Waheed Hassan, ha giurato come nuovo presidente delle Maldive. Nasheed si è ricandidato alle presidenziali del 2013, ma è stato sconfitto al ballottaggio da Yameen. Nel 2016, l’ex presidente ha ottenuto asilo nel Regno Unito, dove si era recato per sottoporsi ad un intervento medico. Dal 2017, Nasheed vive in Sri Lanka, da dove lavora in collaborazione con i partiti all’opposizione per sconfiggere Yameen.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.