Maduro: stop alle agevolazioni sul combustibile

Pubblicato il 14 agosto 2018 alle 21:00 in Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha annunciato un piano economico in 4 punti e ha confermato che intende portare il carburante al prezzo internazionale.

“Benzina e idrocarburi devono essere portati al prezzo internazionale per porre fine al contrabbando in Colombia e nei Caraibi. Sono certo che capirete e insieme ce la faremo”, ha dichiarato il presidente in un discorso televisivo, annunciando l’intenzione di eliminare le agevolazioni che il paese sudamericano, come molte nazioni produttrici di petrolio, offre ai suoi cittadini.

Il capo dello stato ha avvertito che coloro che si rifiutano di registrarsi nel censimento nazionale delle autovetture non potranno godere delle nuove agevolazioni.

“Coloro che non parteciperanno al censimento per usufruire del sussidio diretto dovranno pagare il carburante al prezzo internazionale”, ha affermato il presidente, che ha denunciato che le perdite annuali per il contrabbando di carburante ammontano a 18.000.000.000 di dollari.

Il Venezuela è attualmente il paese con il più basso prezzo del carburante al mondo, con il prezzo medio al litro pari a 0,01 centesimi di dollaro, meno di una bottiglia d’acqua.

Stando a quanto dichiarato dal presidente, i venezuelani avranno tempo fino al 17 agosto per registrarsi al censimento, chiamato “Carné de la Patria”. Finora si sono registrate oltre 1.500.000 persone.

L’opposizione ha duramente respinto l’iniziativa di registrazione dei veicoli, ritenendo che imporrà un razionamento della benzina. I gruppi di opposizione hanno chiesto pertanto ai cittadini di non prendere parte al censimento che considerano discriminatorio.

Come parte del programma di ripresa economica, crescita e prosperità, il presidente venezuelano ha confermato che il prossimo 20 di agosto entrerà in vigore la riconversione monetaria con il nuovo sistema di banconote chiamate “Bolivar sovrano”, che coesisterà per un primo periodo con la moneta attualmente in circolazione.

Inoltre, Maduro ha decretato il 20 agosto come giorno non lavorativo nel paese, per consentire l’entrata in vigore della nuova moneta e il processo di adattamento tra i venezuelani.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.