Italia: per Salvini l’UE cerca di ‘truffare’ il Regno Unito

Pubblicato il 29 luglio 2018 alle 10:31 in Italia UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro dell’Interno italiano, Matteo Salvini, ha accusato l’Unione Europea di cercare di ingannare il Regno Unito affinché abbandonasse il progetto di Brexit per cui ha votato, secondo quanto da lui rilasciato in un’intervista.

Negli estratti di un’intervista rilasciata da Salvini per il quotidiano inglese Sunday Times e pubblicata nel tardo pomeriggio di sabato 28 luglio, il vicepremier italiano, con riferimento alla difficoltà di raggiungere un accordo post-Brexit tra Regno Unito e UE, ha affermato: “Da parte dell’Unione Europea non c’è né oggettività né buona fede. La mia esperienza in seno al Parlamento europeo mi dice che o ti imponi, o loro cercano di truffarti”.

Salvini ha inoltre esortato la premier britannica, Theresa May, a restare fedele ai propri principi, e a prepararsi a staccarsi dal blocco dei 28 Paesi membri dell’Unione senza un vero accordo – si tratta di una prospettiva che, come temono molti leader commerciali – potrebbe portare la nazione nel caos. “Non c’è alcun bisogno di essere flessibile in merito ad alcuni princìpi”, ha rincarato il leader della Lega, continuando il suo appello a May, “e non dovresti tornare indietro”.

Separatamente, il giornale inglese ha citato un altro ministro al governo, di cui non è stato rivelato il nome, riferendo un suo commento in merito alla Brexit; la fonte intervistata avrebbe affermato che l’esercito britannico è già pronto a distribuire scorte alimentari e medicine alla popolazione, qualora in seguito alla scissione dall’UE si dovessero verificare ritardi nelle consegne ai porti inglesi. “Ci stiamo mobilitando molto in materia di piani d’emergenza civile nell’ipotesi del mancato raggiungimento di un accordo. Questo non significa fasciarsi la testa, significa solo essere pienamente realistici” ha affermato il ministro in questione.

Molti supermercati in UK, tra cui Aldi, di proprietà tedesca, si stanno anche  dotando tramite i propri rifornitori di stock aggiuntivi di alimenti di prima necessità e scorte di tè e caffè, secondo quanto riferito dagli stessi fornitori al Sunday Times.

La Gran Bretagna dovrebbe lasciare l’Unione Europea ufficialmente e giuridicamente il 29 marzo 2019, e il primo ministro May sta cercando con fatica di strappare un accordo commerciale a lungo termine con il blocco europeo, o altrimenti di concludere un patto transizionale che possa coprire il periodo immediatamente successivo alla Brexit, per assicurare che il Paese non rimanda sfornito.

Salvini ha mostrato da molto tempo un atteggiamento ostile e diffidente nei confronti dell’Unione Europea, e ha più volte incolpato l’euro di essere la causa primaria della prolungata crisi economica che ha colpito l’Italia negli ultimi anni. Il vicepremier si altresì detto sicuro che la valuta europea collasserà con il tempo. Più recentemente, Salvini ha esercitato pressioni sugli altri Paesi membri del blocco affinché anch’essi accolgano i migranti africani che cercano di raggiungere le coste della penisola italiana, in particolare dalla Libia.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.