Pakistan: chiusi due valichi con l’Afghanistan per le elezioni

Pubblicato il 24 luglio 2018 alle 19:02 in Afghanistan Pakistan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’ambasciata pakistana a Kabul ha annunciato che i valichi di Chaman e Kharlachi, sulla linea Durand, che separa il Pakistan dall’Afghanistan, saranno chiusi per 2 giorni in coincidenza delle elezioni generali pakistane.

“I punti di attraversamento al confine tra Pakistan e Afghanistan, a Chaman e Kharlachi, rimarranno chiusi il 24 e 25 luglio”, ha comunicato l’ambasciata sul proprio sito web. Tuttavia, è stato sottolineato che il passaggio di Torkham “rimarrà aperto per il normale traffico”. Nel frattempo, il quotidiano Tolo News riporta che si stanno compiendo sforzi per limitare il movimento dei profughi afghani ai loro campi mercoledì 25 luglio, giorno delle elezioni. Come parte delle misure di sicurezza per la giornata elettorale, l’amministrazione del distretto di Peshawar ha imposto il divieto di uscire dai loro campi ai rifugiati afgani.

Condividendo i dettagli dei preparativi per il giorno delle elezioni, il vice commissario di Peshawar, Imran Hamid Sheikh, ha dichiarato in una conferenza stampa che il Paese è preparato per qualsiasi evenienza, tra cui la messa a disposizione di 1.000 sudari. “Dio non voglia, ma siamo preparati fino a un certo grado a qualsiasi incidente spiacevole”, ha dichiarato mentre si rivolgeva alla stampa, aggiungendo che sono fiduciosi che nessun incidente del genere si verificherà. Per le elezioni del 25 luglio, la Commissione Elettorale del Paese ha stabilito che verranno stanziati 800.000 membri del personale di sicurezza, inclusi più di 370.000 soldati dell’esercito. Più di 106 milioni di persone voteranno per eleggere la camera bassa del Parlamento, le 4 assemblee provinciali del Paese e il primo ministro.

Nelle 3 settimane prima del voto, circa 179 persone sono state uccise in una serie di attacchi mirati contro le manifestazioni politiche, in tutto il Pakistan. Le offensive si sono concentrate principalmente nelle province occidentali del Belucistan e di Khyber Pakhtunkhwa. Il 22 luglio, un attacco terroristico ad opera dei talebani del Pakistan ha ucciso Ikramullah Gandapur, candidato alle elezioni generali del Paese, nella città di Dera Ismail Khan. L’11 luglio, un candidato del Partito Nazionale Awami, Haroon Bilour, è stato ucciso in un attacco suicida, insieme ad altre 19 persone, dopo una esplosione durante un comizio, nella città di Peshawar. Due giorni dopo, una bomba a Mastung aveva causato 154 vittime durante un raduno politico, diventando il secondo attacco più letale nella storia del Pakistan.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.