Gaza: 4 palestinesi e 1 israeliano uccisi, Israele e Hamas verso una tregua

Pubblicato il 21 luglio 2018 alle 8:04 in Israele Palestina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Dopo le escalation di venerdì 20 luglio, che hanno causato la morte di 4 palestinesi, di cui 3 membri di Hamas, e un soldato israeliano, Israele e il gruppo islamista palestinese hanno accettato di ripristinare la calma nella Striscia di Gaza, sabato 21 luglio.

“Mediante gli sforzi dell’Egitto e delle Nazioni Uniti, è stato convenuto di fare ritorno a un periodo di calma tra Israele e le fazioni palestinesi”, ha riferito all’agenzia di stampa Reuters un portavoce di Hamas, Fawzi Barhoum. I funzionari israeliani non hanno ancora rilasciato commenti circa tale affermazione, tuttavia un portaparola dell’esercito ha affermato che nelle prime ore di sabato 21 luglio non è avvenuto alcuna azione militare nella zona della Striscia di Gaza. I residenti locali hanno confermato che l’area non è stata agitata da scontri.

Nella giornata di venerdì 20 luglio, al confine di Gaza, alcuni uomini palestinesi armati di pistole hanno ucciso un soldato israeliano, e l’esercito di Israele ha avviato una violenta serie di raid nell’area uccidendo 4 palestinesi, di cui 3 erano miliziani di Hamas. Sono stati feriti nell’escalation degli scontri almeno 120 abitanti di Gaza. Il soldato israeliano morto venerdì è la prima vittima dell’esercito di Israele a essere uccisa sul campo dai tempi della guerra tra Israele e Hamas nel 2014, ha riferito un portavoce delle truppe israeliane. Il militare si trovava impegnato in “attività operative” quando, insieme ai colleghi, è stato preso di mira dal fuoco palestinese.

Durante l’escalation delle violenze nella regione, prolungatasi per svariate ore, l’esercito israeliano ha reso noto che i suoi carri-armati, aiutati dalle forze aeree, hanno colpito 68 bersagli appartenenti a Hamas, distruggendo circa 60 edifici e infrastrutture, tra cui alcuni magazzini, e riducendo le capacità militari e operative dell’avversario via terra e via cielo.

Gli ufficiali addetti alla sicurezza in Egitto, insieme a un diplomatico proveniente da uno Stato non noto, hanno contribuito alla stesura di un accordo tra Hamas e Israele nel tentativo di ripristinare la calma nella regione ed evitare ulteriori intensificazioni delle violenze. A riferirlo a Reuters è stato un funzionario palestinese, il quale ha aggiunto: “L’Egitto è riuscito a ripristinare la calma tramite trattative con le due fazioni a Israele e a Gaza… Speriamo che durerà”.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.