Diplomatici espulsi: Mosca pronta a rispondere ad Atene

Pubblicato il 13 luglio 2018 alle 6:03 in Grecia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Federazione russa risponderà all’espulsione dei diplomatici russi da parte della Grecia secondo le norme del diretto internazionale e quindi specularmente, rende noto il Ministero degli Esteri russo. La diplomazia russa ha sottolineato che questa reazione ad azioni simili è una prassi consolidata.

Andrej Klimov, vicepresidente della Commissione Esteri del Consiglio della Federazione, la camera alta del Parlamento russo, ha dichiarato all’agenzia di stampa russa Ria Novosti che la Russia espellerà due diplomatici greci. Secondo il senatore, senza una risposta del genere, Mosca “non potrebbe garantire la sicurezza dei propri rappresentanti” se si verificassero casi simili.

Klimov ha aggiunto che la Russia non ha mai considerato la Grecia come alleata e partner “speciale” in Europa. “La Grecia fa parte della NATO, basta solo questo” – ha sottolineato. Le dichiarazioni del politico russo, tuttavia, contraddicono l’atteggiamento di Mosca, particolarmente benevolo nei confronti di Atene durante tutti gli anni della crisi economica.

L’11 giugno scorso Atene ha deciso di espellere due diplomatici russi e di vietare l’ingresso nel Paese ad altri due “per azioni illegali contro la sicurezza nazionale”. Fonti diplomatiche greche hanno riferito che le misure adottate da Atene sono una risposta “all’ingerenza negli affari interni della Grecia” da parte dei diplomatici russi. Allo stesso tempo, la diplomazia greca ha sottolineato come la Grecia voglia mantenere buoni rapporti con Mosca purché in condizioni di reciproco rispetto della sovranità e dell’indipendenza dei due Paesi.

Atene ha sottolineato che le misure riguardano “esclusivamente alle azioni di queste quattro persone, non al generale buon atteggiamento della Grecia nei confronti della Russia”, chiedendo alla Russia di non prendere contromisure che sarebbero “ingiustificate”. Dinanzi alla risposta di Mosca, il portavoce del governo greco Dimitris Tzanakopoulos ha dichiarato che l’atteggiamento russo “è offensivo nei confronti dello stato greco”.

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.