Spagna: salvati oltre 500 migranti nel Mediterraneo

Pubblicato il 28 maggio 2018 alle 6:00 in Immigrazione Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Nel corso del fine settimana, le autorità spagnole hanno salvato oltre 500 migranti africani, i quali tentavano di attraversare il mar Mediterraneo su 17 imbarcazioni alla volta dell’Europa.

Nella sola giornata di sabato 26 maggio, in seguito a operazioni di ricerca condotte tramite aerei ed elicotteri, alcune imbarcazioni spagnole sono riuscite a salvare circa 300 migranti provenienti da nove barconi, stando a quanto hanno riferito le autorità locali. Sempre da queste ultime giunge la notizia del giorno successivo, domenica 27 maggio, nel pomeriggio del quale i soccorritori spagnoli hanno tratto in salvo altri circa 250 migranti, i quali erano stipati su otto imbarcazioni, tre delle quali erano ormai ridotte in pessime condizioni e stavano lentamente affondando. I migranti provenivano in entrambe le occasioni da vari Paesi dell’Africa settentrionale e sub-sahariana.

Il numero di migranti che dall’Africa settentrionale tentano di raggiungere la Spagna – o passando per lo Stretto di Gibilterra, il quale collega virtualmente il Marocco alla penisola iberica, oppure tramite il mare di Alborán, poco più a est – è aumentato significativamente negli ultimi anni, di pari passo con la diminuzione degli arrivi sulle coste della Grecia e dell’Italia di migranti giunti via mare e partiti dalla Libia.

Domenica 27 maggio, un ufficiale della guardia costiera italiana ha affermato che oltre 1.800 migranti, i quali tentavano di attraversare il mare dalla Libia verso le coste dell’Italia, sono stati salvati nelle giornate di venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 maggio. Tali operazioni in mare sono state possibili grazie al miglioramento delle condizioni atmosferiche e marittime lungo le coste della penisola italiana.

Nell’arco del 2017, sono state circa 19mila le persone che hanno attraversato il mare per raggiungere le coste europee, cifra che ha rappresentato un incremento del 182% rispetto all’anno precedente. Nel mese di gennaio 2018, l’agenzia europea della guardia di costiera e frontiera Frontex ha reso noto di aspettarsi un incremento ulteriore dell’immigrazione clandestina in Spagna per l’anno attualmente in corso, a causa del recente utilizzo, da parte dei migranti, di imbarcazioni più rapide.

Per il momento, per quanto riguarda la tratta del Mediterraneo occidentale, a febbraio 2018 il numero di migranti irregolari che ha raggiunto la Spagna via mare è stato pari a un quarto di quelli del febbraio 2017. Nei primi due mesi del 2018, sono sbarcati in Spagna complessivamente 2.502 migranti, la maggior parte dei quali provenienti dalla Guinea, seguiti dal Marocco e dal Mali.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.