Roscosmos prevede di coprire l’intero pianeta con Internet ad alta velocità

Pubblicato il 14 maggio 2018 alle 21:00 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’agenzia spaziale russa Roscosmos presenterà il prossimo 22 maggio un progetto per un sistema di connessione internet ad alta velocità disponibile su tutto il pianeta. A riferirlo la stessa agenzia governativa in un comunicato ufficiale.

Grazie a questo progetto, la Federazione Russa potrebbe diventare il diretto concorrente di OneWeb Satellites, il progetto congiunto di Airbus e Oneweb, di O3b, SES e di Starlink, di proprietà di SpaceX.

“Presenteremo un progetto per la creazione di un sistema nazionale a copertura globale di fornitura di rete internet ad alta velocità e di un canale di comunicazione continuo per i veicoli senza pilota”,  si legge nel comunicato dell’agenzia.

La presentazione dell’ambizioso progetto sarà presieduta da Igor Komarov, direttore generale di Roscosmos. Il qualità di moderatore sarà presente inoltre il direttore del dipartimento commerciale dell’agenzia, Anton Zhiganov.

Secondo quanto riportato da RIA Novosti, Zhiganov ha spiegato che il progetto di Roscosmos andrà ad integrare il progetto Oneweb e sarà la fase successiva dello sviluppo dei sistemi di comunicazione spaziale russi. Il direttore ha tenuto inoltre ha sottolineare che Roscosmos valuterà una potenziale cooperazione a lungo termine con i partner internazionali di OneWeb per la creazione di questo sistema.

Si stima che il progetto avrà un costo complessivo di 299 miliardi di rubli e sarà lanciato alla fine del 2020. Il mese prossimo sarà inoltre istituito un consorzio tra Roscosmos, Vnesheconombank, e altre organizzazioni.

Il sistema OneWeb, che ha sede ad Arlington, in Virginia, si basa su 672 satelliti. Per la costruzione dei satelliti, il pagamento dei servizi e la creazione dei terminali terrestri la OneWeb LLC prevede di raccogliere fino a 3 miliardi di dollari da capitali privati.

Dalla base di lancio di Kourou, nella Guyana francese, sono già stati messi in orbita 4 satelliti del sistema europeo Media O3b. La Costellazione Satellitare O3b è una costellazione satellitare progettata per le telecomunicazioni e il trasferimento di dati da località remote. Il lancio dei primi quattro satelliti della nuova costellazione era previsto per il 24 giugno 2013, ma è stato rinviato per forti venti ed è poi iniziato il giorno successivo. Altri otto satelliti sono stati lanciati, in due lanci, nel 2014; ci sono piani per estendere la costellazione a venti satelliti. Il prossimo lancio dovrebbe avvenire nel 2019.

Il progetto Starlink di SpaceX, invece, è stato lanciato lo scorso febbraio con la messa in orbita di due satelliti di prova. Space X prevede di lanciare complessivamente 12.000 satelliti. Il costo del progetto è stimato intorno ai 10 miliardi di dollari.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.