Avviate trattive commerciali tra Cina e Stati Uniti

Pubblicato il 3 maggio 2018 alle 19:30 in Cina USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Cina e gli Stati Uniti hanno avviato, giovedì 3 maggio, due giorni di trattative commerciali a seguito dell’arrivo a Pechino della delegazione americana, guidata dal segretario del Tesoro, Steven Mnuchin. Durante le trattative è probabile che gli Stati Uniti solleveranno le questioni relative al deficit commerciale con la Cina, ai trasferimenti obbligatori di tecnologia e all’apertura del mercato cinese. Il governo di Pechino, invece, potrebbe avere in cima all’agenda il tema dell’imposizione unilaterale di misure commerciali da parte degli Stati Uniti.

Le trattative commerciali seguono lo scambio di minacce protezionistiche effettuato dai due Paesi a seguito della decisione del presidente americano, Donald Trump, di voler imporre dazi sulle importazioni di alcuni beni cinesi per un valore pari a 50 miliardi di dollari.

“Il divario tra il modello economico cinese, basato sul rafforzamento delle imprese possedute o gestite dallo Stato, ed il modello economico americano, caratterizzato dal libero mercato e dalle imprese private, è molto ampio e non può essere riconciliato nel giro di due giorni. Spero, tuttavia, che le trattative commerciali possano fornire il punto di partenza per lo stabilimento di una relazione economica tra i due Stati basata sulla correttezza e sul mutuo beneficio”, ha dichiarato Wiliam Zarit, presidente della Camera di Commercio Americana in Cina.

A seguito dell’arrivo della delegazione americana in Cina, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha scritto su Twitter: “Il nostro ottimo team finanziario si trova in Cina per cercare di negoziare condizioni concorrenziali omogenee in ambito commerciale. Spero di poter incontrare in un futuro non troppo lontano il presidente della Repubblica Popolare Cinese, Xi Jinping. Avremo sempre un’ottima relazione”.

Secondo quanto riportato dalla rivista nazionale cinese, Global Times, le trattive commerciali potrebbero rappresentare un buon punto di partenza per la risoluzione definitiva della disputa economica tra i due Paesi. “La Cina deve agire con prudenza in questo momento cruciale e deve provare a guardare con ottimismo alle relazioni con gli Stati Uniti. La cooperazione è l’unica strategia utile per avanzare”, ha precisato Yuan Peng, vicepresidente dell’Istituto Cinese di Contemporary International Relations.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.