Stati Uniti: diverse opzioni possibili per l’incontro con la Corea del Nord

Pubblicato il 26 aprile 2018 alle 19:27 in Corea del Nord USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, durante la trasmissione mattutina di Fox News, giovedì 26 aprile, ha affermato di stare considerando tre o quattro possibili date per l’incontro previsto con il leader della Corea del Nord, Kim Jong Un.

“Dobbiamo prendere una decisione. Abbiamo tre o quattro date possibili in mente così come stiamo vagliando tra cinque location possibili per l’incontro”, ha affermato il presidente Trump.

Secondo quanto riportato dal quotidiano sudcoreano JoongAng Ilbo, la Mongolia e Singapore potrebbero rientrare all’interno delle location plausibili per il meeting tra il leader Kim e il presidente Trump. “La Svizzera e la Svezia sono state inizialmente prese in considerazione ma sono state scartate poiché rappresenterebbe dei luoghi difficili da raggiungere per il leader nordcoreano Kim”, viene riportato dal quotidiano sudcoreano.

Gli Stati Uniti hanno deciso di escludere dalla lista di location adeguate per l’incontro Paesi quali Giappone, Corea del Sud e Cina in quanto potrebbero avere degli interessi personali in merito al summit. Il presidente Trump sembra essere quindi in cerca di Paesi neutrali, amichevoli e non troppo distanti dalla Corea del Nord.

Nel corso della trasmissione di Fox News, il presidente Trump ha spiegato anche quali potrebbero essere le sue aspettative in merito all’incontro ed il modus operandi che potrebbe decidere di utilizzare con il leader Kim Jong Un.

“Potrei decidere di andarmene velocemente dall’incontro in maniera rispettosa, oppure il summit potrebbe addirittura non avvenire mai, chi può dirlo? Tuttavia, sono certo delle intenzioni del leader Kim, il quale vuole sicuramente avere un incontro diretto con me. Quando ho assunto il mandato presidenziale le persone temevano che potesse scoppiare una guerra nucleare con la Corea del Nord. Ora, invece, pensano che la questione verrà gestita in maniera pacifica”, ha sostenuto il presidente Trump.

Al termine della diretta televisiva, il presidente Trump ha ricordato il successo della visita segreta compiuta dal capo della CIA e futuro segretario di Stato, Mike Pompeo, all’inizio del mese di aprile. “Quando Mike Pompeo si è recato in Corea del Nord, non era previsto che si incontrasse direttamente con il leader Kim Jong Un. Invece l’incontro è avvenuto e abbiamo numerose foto che lo testimoniano. Hanno parlato per più di un’ora in un clima di rispetto reciproco”, ha affermato il presidente Trump.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.