L’Italia sosterrà la Bolivia nella conservazione del patrimonio culturale

Pubblicato il 20 aprile 2018 alle 6:09 in Bolivia Italia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La cooperazione italiana sosterrà la Bolivia nel quadro di un grande progetto di conservazione del patrimonio culturale del paese andino, che riguarda principalmente il circuito turistico Cochabamba-Potosì e il processo di certificazione internazionale per un turismo sostenibile. A renderlo noto i rappresentanti della cooperazione italiana nel paese andino e del ministero della Cultura boliviano.

Il direttore dell’agenzia della cooperazione italiana a La Paz, Angelo Benincasa, ha annunciato che l’Italia offrirà assistenza tecnica e appoggerà la formazione professionale in quattro specialità legate con la gestione del patrimonio culturale e il turismo attraverso l’Istituto Superiore di Conservazione e Restauro Italia-Bolivia.

I progetti sono stati già selezionati e in poche settimane saranno avviati ed eseguiti dal Ministero delle Culture e del Turismo della nazione sud-americana. I responsabili hanno informato che i progetti sono nella tappa della progettazione finale e potrebbero eseguirsi già a partire da giugno.

Benincasa ha commentato che il credito di 12 milioni di euro concesso per il circuito turistico appoggerà sei municipi, cinque del dipartimento di Cochabamba ed uno del dipartimento di Potosì, questo ultimo sarà nell’area circostante al Parco Nazionale di Toro Toro nel centro del paese.

La cooperazione italiana nella nazione andina è cominciata formalmente nel 1986 con la firma dell’Accordo di Cooperazione Tecnica tra il governo di La Paz e quello di Roma.

Nel corso degli anni l’ufficio della cooperazione italiana a La Paz ha lanciato una serie di iniziative in appoggio alle politiche di riduzione della povertà ed è concentrata in settori quali salute, agricoltura, sicurezza alimentaria, sviluppo rurale e turismo responsabile, tra gli altri.

Giuseppe Nerilli, dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo sviluppo, che ha annunciato l’avviamento delle procedure per la certificazione internazionale Biosphere Responsible Tourism, ha sottolineato come la Bolivia sia molto avanti nella gestione della relazione turismo responsabile/rispetto delle comunità indigene.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

 

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.