Isole Curili: al via colloqui fra Russia e Giappone

Pubblicato il 10 aprile 2018 alle 14:38 in Giappone Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I colloqui dei gruppi di lavoro dei ministeri degli Affari Esteri russo e giapponese, dedicati ai temi delle attività economiche congiunte nelle Isole Curili (da Tokyo chiamate “territori settentrionali”), si terranno nella giornata di domani mercoledì 11 aprile. La seconda giornata è programmata per il prossimo 24 aprile. A riferirlo lo stesso ministro degli Affari Esteri giapponese Tarō Kōno.

“In linea con le decisioni prese durante la riunione dello scorso marzo dai rispettivi ministri degli Esteri, le prossime sessioni del gruppo di lavoro a livello dei capi dei dipartimenti dei ministeri degli esteri si svolgeranno in data 11 e 24 aprile. Si tratterà del secondo turno di colloqui dopo quello tenuto a Mosca a dicembre dello scorso anno”, ha affermato il ministro Kōno.

Il ministro degli Esteri giapponese ha inoltre aggiunto che l’incontro di domani si concentrerà sulle questioni relative alla circolazione delle persone, mentre la sessione prevista per il 24 aprile sarà incentrata sui dettagli dei progetti economici. Stando a quanto dichiarato dal capo della diplomazia nipponica, Tokyo vorrebbe iniziare i preparativi per la visita di maggio del primo ministro Shinzō Abe a Mosca.  

Le isole Curili costituiscono un arcipelago di 60 isole che si trova tra l’estremità nordorientale dell’isola giapponese di Hokkaidō e la penisola russa della Kamčatka. Furono abitate dagli Ainu da tempo immemorabile, finché non vennero cacciati dalla parte settentrionale dell’arcipelago dai Russi, giunti nel XIX secolo. Nel 1857 il Giappone ricevette dalla Russia l’arcipelago in cambio dell’isola di Sachalin. L’Unione Sovietica tornò a reclamare le Curili con la fine della Seconda Guerra Mondiale, in occasione del trattato di San Francisco.

Attualmente il Giappone rivendica le quattro isole meridionali che il governo di Tokyo chiama “i territori settentrionali”. Anche se qualche progresso diplomatico si è verificato negli ultimi anni, la soluzione della disputa è ostacolata dal fatto che le quattro isole meridionali dell’arcipelago ospitano basi militari aeree e navali, quest’ultime anche per i sottomarini nucleari russi.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.