Russia: nuove sanzioni USA in arrivo

Pubblicato il 8 aprile 2018 alle 6:00 in Russia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo quando riportato dall’agenzia di stampa russa RIA Novosti, nella giornata di venerdì scorso 6 aprile, le autorità statunitensi hanno annunciato nuove sanzioni contro un numero di politici e uomini d’affari russi. La notizia è stata pubblicata in origine dal Wall Street Journal.

“Le nuove misure restrittive saranno dirette in particolar modo contro oligarchi, politici e alleati del presidente Putin”, si legge nell’articolo.

In precedenza, l’agenzia Reuters aveva riferito, citando fonti non ufficiali, che le nuove misure restrittive sarebbero motivate dall’indagine sull’ingerenza della Russia nelle elezioni degli Stati Uniti. Le nuove sanzioni saranno dunque imposte nei confronti di quegli oligarchi russi, che, stando a quanto dichiarato dalle autorità statunitensi, svolgono un ruolo influente nella leadership del paese.

Non ha tardato ad arrivare la risposta del Cremlino. Dmitry Peskov, portavoce del presidente Putin, commentando la pubblicazione di Reuters, ha infatti risposto che  “nella Russia moderna non ci sono oligarchi”. Il portavoce del Cremlino ha poi aggiunto che le autorità russe non sono a conoscenza di possibili nuove sanzioni o di interrogatori di imprenditori russi negli Stati Uniti.

Secondo quanto dichiarato in un comunicato ufficiale del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, Washington avrebbe imposto sanzioni a 38 tra uomini d’affari, società e funzionari russi. Nella lista spiccano diversi nomi noti, come il presidente del Consiglio di Amministrazione della Gazprom Alexey Miller. In tutto 7 uomini d’affari, 17 funzionari e 14 compagnie, 12 delle quali private.

Secondo l’amministrazione statunitense, le ragioni dell’espansione della lista sono riconducibili alla situazione in Ucraina, in Siria e agli attacchi informatici, ma “principalmente ai svariati tentativi della Russia di indebolire la democrazia occidentale”.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e dall’inglese e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.