Putin: Isis è stato sconfitto, ma può colpire ancora

Pubblicato il 4 aprile 2018 alle 21:16 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I terroristi dello Stato Islamico in Siria sono stati sconfitti, ma la minaccia non va sottovalutata, perché possono colpire ancora. È quanto ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin in occasione della conferenza sulla sicurezza internazionale inaugurata a Mosca nella mattinata del 4 aprile.

“Quest’anno il centro della nostra attenzione è un argomento di grande importanza per l’intera comunità internazionale: le prospettive per lo sviluppo del quadro globale in Medio Oriente dopo la sconfitta dell’ISIS in Siria” – ha affermato Putin nel saluto inaugurale rivolto ai partecipanti alla conferenza di Mosca sulla sicurezza internazionale. Il Presidente russo ha rivolto il saluto via messaggio dalla Turchia, dove si trova in visita ufficiale.

Il leader del Cremlino ritiene che l’organizzazione terroristica sia stata sconfitta in territorio siriano, ma che tuttavia rappresenti ancora una minaccia per la comunità internazionale.

“Ovviamente, nonostante la sconfitta militare, il gruppo terroristico conserva intatto un significativo potenziale distruttivo, ha la capacità di cambiare rapidamente tattica e realizzare attacchi in vari Paesi e regioni del mondo. Un grande pericolo è rappresentato dai fondamentalisti di altre organizzazioni – ha sottolineato Vladimir Putin – In queste condizioni occorre riflettere insieme sulle nuove forme di cooperazione multilaterale, per consolidare i successi ottenuti nella lotta contro il terrorismo e scongiurare l’ulteriore diffusione di questa minaccia”.

Mosca non ha mai fatto mistero di temere il rientro in patria dei circa 5000 combattenti dell’ISIS di cittadinanza russa o delle repubbliche ex sovietiche dell’Asia Centrale. Per prevenire minacce Mosca ha stretto accordi sul controllo delle frontiere con Kirghizistan, Tagikistan, Kazakistan e Armenia, e il tema è stato più volte al centro delle discussioni tra i leader russi e il governo di Israele.

Nel corso della visita in Turchia, in corso dal 2 aprile scorso, Vladimir Putin ha ribadito l’intenzione di Mosca di continuare a collaborare con Ankara sulla Siria.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.