La Russia costruirà una centrale nucleare in Turchia

Pubblicato il 4 aprile 2018 alle 15:28 in Russia Turchia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Come riportato dall’agenzia di stampa russa RIA Novosti, il presidente russo Vladimir Putin è arrivato ieri martedì 3 aprile in Turchia per una visita di due giorni.

Secondo l’agenda ufficiale, durante la visita Putin assisterà insieme al presidente turco Erdogan alla posa delle fondamenta della prima centrale nucleare turca ad Akkuyu, che la Russia ha il compito di costruire.

“La costruzione della centrale nucleare ha un valore altamente simbolico per la Turchia […] sarà per Erdogan un simbolo di influenza sognata per molti anni”, riporta RIA Novosti.

Se da un lato la costruzione di una propria centrale nucleare contribuirà allo sviluppo del settore energetico del paese, dall’altro la Turchia continuerà ad essere dipendente dalla Russia in quanto, per sostenere il corretto funzionamento dei reattori, Ankara dovrà acquistare l’uranio da Mosca.

Ankara compra attualmente da Mosca circa il 55% di tutto il gas importato nel Paese. Se da un lato, dunque, la Turchia sta cercando di ridurre la dipendenza dal gas russo, dall’altro questa dipendenza verrà sostituita da una nuova dipendenza nel settore nucleare.

Il costo del progetto, che verrà terminato entro il 2023, è stimato in venti miliardi di dollari. Secondo gli esperti, tuttavia, la sua capacità permetterà di produrre al massimo il 10% di tutto il fabbisogno energetico dell’interno Paese.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.