Attacco terroristico in Francia: morto gendarme eroe

Pubblicato il 24 marzo 2018 alle 10:01 in Europa Francia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Arnaud Beltrame, un poliziotto francese che si era offerto volontario per prendere il posto di uno degli ostaggi durante l’attacco terroristico a un supermercato di Trèbes, in Francia, è morto sabato 24 marzo.

Beltrame aveva preso il posto di una donna, in ostaggio di Redouane Ladkim, il marocchino 26enne che nella mattinata del 23 marzo ha assaltato il supermercato al grido di “Allahu Akbar”. Ladkim è stato ucciso dalle forze dell’ordine francesi e, in seguito, il poliziotto è stato trasferito d’urgenza in ospedale, dove è morto nelle prime ore di sabato 24 marzo.

Lo Stato Islamico ha rivendicato l’attentato di Trèbes. Ladkim era già noto alla polizia per alcuni crimini minori e spaccio di droga, ma era stato altresì posto sotto sorveglianza dal 2016 al 2017, a causa di alcune connessioni con il movimento radicale salafista.

L’attentatore aveva cominciato il suo attacco di venerdì 23 marzo sparando a un poliziotto e alle persone che stavano viaggiando nella macchina che aveva rubato nei pressi della città di Carcassonne, uccidendo 3 persone e ferendone 16. La morte di Beltrame ha portato il bilancio delle vittime a 4.

Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha rilasciato una dichiarazione poco prima dell’alba di sabato 24 marzo, per commentare l’accaduto. Il leader francese ha sottolineato che Beltrame è morto da eroe, dando la sua vita per fermare i terroristi jihadisti, onorando l’arma e la Francia stessa.

Negli ultimi anni, la Francia è stata uno dei Paesi europei che ha subito il maggior numero di attacchi terroristici di matrice islamista. L’ultimo si era verificato a ottobre 2017, quando un uomo, di origine tunisina, aveva accoltellato 2 donne alla stazione ferroviaria di Marsiglia, al grido di “Allahu Akbar”.

La Francia fa parte di una coalizione a guida statunitense che sta lottando contro lo Stato Islamico in Iraq e in Siria, bombardandone le roccaforti. Inoltre, il Paese è impegnato anche nell’Africa occidentale, dove sta combattendo i militanti legati al gruppo terroristico di al-Qaeda. Il ministro degli Interni francese, Gerard Collomb, ha dichiarato che le forze di sicurezza francesi hanno sventato 2 attacchi del genere. I combattenti dell’ISIS colpiscono obiettivi locali in risposta agli avvenimenti in Siria e in Iraq.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione di Chiara Romano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.