Putin: non ci coinvolgeranno in nuova corsa agli armamenti

Pubblicato il 23 marzo 2018 alle 6:00 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Vladimir Putin, appena confermato dal voto presidenziale di domenica 18 marzo, ha assicurato che la Russia non si lascerà coinvolgere in una nuova corsa agli armamenti. Il presidente russo ha rassicurato così sulle intenzioni del suo quarto mandato nel corso di un incontro con i membri dello staff della sua campagna elettorale e con i suoi uomini di fiducia a margine delle celebrazioni della notte elettorale.

“Relativamente alle spese per la difesa: abbiamo programmato in bilancio una riduzione delle spese militari per quest’anno e per l’anno prossimo. Tutto ciò non comporterà problemi nell’ambito delle capacità difensive, perché le spese principali sono state stanziate per la creazione di armamenti più moderni. Abbiamo solo bisogno di portare alcune cose alla loro logica conclusione: continuano gli sviluppi esistenti, di cui non ho ancora parlato” – ha affermato Putin in riferimento alla presentazione dei nuovi armamenti della Federazione da lui stesso presieduta pochi giorni prima del voto.

Secondo il capo di Stato russo “tutto è stato quantificato” e il denaro assegnato è sufficiente per raggiungere gli obiettivi concordati con le forze armate e con l’intero comparto della difesa.

“Non ci sarà alcun aumento di spesa, non permetteremo nessuna corsa agli armamenti. Abbiamo tutto. Siamo sicuri in questo senso” – ha concluso Putin.

Nel corso del suo intervento all’Assemblea Federale del 1 marzo scorso, particolarmente duro nei confronti dell’occidente, Putin aveva dichiarato “in questo momento la Russia è invincibile” ed aveva enumerato i progressi nella tecnologia militare compiuti dal paese. Aveva fatto particolare scalpore la dichiarazione del presidente secondo cui la Russia avrebbe recentemente testato con successo armi aeree ipersoniche. Putin aveva inoltre mostrato immagini e simulazioni del nuovo torpedo sottomarino e del nuovo missile da crociera alimentati da piccoli reattori nucleari, caratteristica che – secondo le parole del presidente – li renderebbe armi dalla portata “praticamente illimitata.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.