L’ISIS avanza a Damasco

Pubblicato il 20 marzo 2018 alle 17:31 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I militanti dello Stato Islamico hanno preso il controllo di un distretto di Damasco, dopo essere riusciti a scacciare dal territorio le unità dell’esercito siriano, che si sono spostate in un’area vicina, abbandonata dai ribelli la settimana precedente.

Secondo quanto riferito dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, l’organizzazione terroristica sarebbe riuscita ad avanzare nella capitale siriana dopo 24 ore di violenti scontri con l’esercito governativo, che, nella battaglia, avrebbe perso 36 soldati. Al momento, i jihadisti avrebbero occupato il distretto di Al-Qadam, che si trova nel territorio meridionale di Damasco e non farebbe parte del territorio del Ghouta orientale, nel quale sono in corso incessanti combattimenti tra le forze governative e l’opposizione siriana. L’attacco sarebbe stato lanciato dal distretto di Al-Hajar Al-Aswad, che, si troverebbe sotto il controllo dei jihadisti.

Nel distretto di Al-Qadam si trovavano i combattenti dell’opposizione siriana fino al 13 marzo, quando più di 1.000 ribelli, insieme alle loro famiglie, avevano lasciato il distretto di Al-Qadam nel contesto di un accordo di resa siglato con il governo siriano. In base al patto, i ribelli hanno lasciato il territorio in un modo sicuro e avrebbero raggiunto il governatorato di Idlib, nel nord-ovest del Paese. Il controllo dell’area sarebbe quindi passato all’esercito di Al-Assad.

Lo Stato Islamico era stato sconfitto a livello territoriale in Siria il 6 dicembre 2017, tuttavia alcune cellule dormienti dell’organizzazione terroristica sono ancora presenti in alcuni territori del Paese, in particolare nella zona sudoccidentale, al confine con la Giordania e Israele, e sulle rive del fiume Eufrate, che si trova al confine con l’Iraq.

Lunedì 19 marzo, l’Osservatorio ha altresì riferito che i militanti dell’ISIS avrebbero giustiziato 2 persone a Damasco. I giovani, accusati di apostasia, sarebbero stati vestiti di arancione e uccisi con un colpo di pistola nel distretto di Al-Hajar Al-Aswad, situato nel sud di Damasco, in un’area che si trova sotto il controllo dell’organizzazione terroristica.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.