Frontex: pubblicati i dati relativi al mese di febbraio 2018

Pubblicato il 16 marzo 2018 alle 16:31 in Europa Immigrazione

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’agenzia europea della guardia di costiera e frontiera, Frontex, ha reso noto che, nel mese di febbraio, sono state registrate 3.400 entrate illegali in Europa lungo le quattro principali rotte, quali il Mediterraneo Centrale, Orientale e Occidentale e i Balcani occidentali.

I flussi migratori nella tratta del Mediterraneo Centrale verso l’Italia sono diminuiti, scendendo al di sotto degli 800 sbarchi, una diminuzione pari a 1/10 rispetto allo stesso periodo del 2017. Secondo le stime del Ministero dell’Interno, dal primo gennaio al 16 marzo 2018, sono sbarcati sulle coste italiane 5.945 migranti, di cui 4.183 partiti dalla Libia, segnando una diminuzione del 73,12% nei confronti dei primi due mesi e mezzo dell’anno passato, in cui sbarcarono 16.200 stranieri. L’agenzia europea spiega che la diminuzione del numero di partenze delle coste libiche è dovuta alla maggiore attività della Guardia Costiera di Tripoli e dalle cattive condizioni metereologiche. La maggior parte dei migranti attraccati in Italia proviene dall’Eritrea, seguita da Tunisia, Nigeria, Pakistan e Libia.

Per quanto riguarda la tratta del Mediterraneo occidentale, a febbraio il numero di migranti irregolari che ha raggiunto la Spagna via mare è stato pari a ¼ di quelli del febbraio 2017. Nei primi due mesi del 2018, sono sbarcati in Spagna complessivamente 2.502 migranti, la maggior parte dei quali provenienti dalla Guinea, seguiti dal Marocco e dal Mali.

In merito alla tratta del Mediterraneo orientale, nel mese di febbraio, sono sbarcati 1.600 migranti in Grecia, pari circa agli arrivi nel febbraio 2017. Complessivamente, Frontex ha registrato l’entrata in Europa attraverso il Mediterraneo orientale di più di 3.900 migranti, pari all’11% in più rispetto al 2016.

Infine, le entrate in Europa attraverso i Balcani occidentali sono state poche, grazie alla collaborazione tra le autorità di frontiera die Paesi della regione, che hanno trattenuto 150 stranieri.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.