Elezioni in Russia: preoccupazione per le sedi diplomatiche in Ucraina

Pubblicato il 14 marzo 2018 alle 19:31 in Russia Ucraina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Mosca è preoccupata delle possibili provocazioni delle organizzazioni nazionaliste ucraine durante le elezioni presidenziali russe sul territorio ucraino e chiede a Kiev di garantire senza condizioni la sicurezza della sede dell’ambasciata russa dove i russi residenti in Ucraina si recheranno a votare.

Diverse organizzazioni ucraine, tra cui i neonazisti di Pravij Sektor, hanno minacciato manifestazioni nei pressi dalle missioni diplomatiche russe in occasione del voto di domenica prossima con lo scopo dichiarato di impedire il regolare svolgimento delle operazioni elettorali.

Secondo il Ministero degli esteri russo tali minacce violano gravemente gli obblighi dell’Ucraina per quanto stabilito dalle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e consolari, che affidano al paese ospitante la sicurezza delle sedi delle missioni diplomatiche.

I diplomatici russi hanno sottolineato che tutto ciò è una conseguenza della “politica russofoba perseguita dal regime di Kiev”.

“Chiediamo al governo ucraino di garantire una sicurezza incondizionata dell’ambasciata russa a Kiev, dei consolati generali russi a Kharkov, Odessa e Lvov, per evitare di creare ostacoli al loro funzionamento e garantire i servizi ai cittadini della Russia” – ha sottolineato il ministero degli esteri di Mosca in un comunicato.

Nella nota della diplomazia russa si legge anche un appello alla comunità internazionale affinché eserciti influenza sull’Ucraina e a metta in guardia la leadership di Kiev “da azioni pericolose che sono contrarie alle norme e alle norme universalmente riconosciute”.

“Le autorità ucraine sono pienamente responsabili delle conseguenze negative di eventuali azioni illegali contro gli uffici di rappresentanza russi” – si legge ancora nella nota del Ministero.

Le sezioni elettorali approntate per il voto dei russi all’estero in territorio ucraino sono 4 su un totale di 385 in 139 paesi. I paesi con il maggior numero di seggi per gli elettori russi sono la Moldavia, dove saranno istituite 27 sezioni elettorali e il Kazakistan con 25. In Italia ne sono previsti 5, due a Roma, uno a Palermo, uno a Milano e uno a Genova.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.