Poroshenko: abbiamo prove inconfutabili sulla preparazione di atti terroristici

Pubblicato il 11 marzo 2018 alle 6:00 in Ucraina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko ha dichiarato di aver incaricato i servizi di intelligence del Paese di indagare a fondo sulla presunta preparazione di atti terroristici in territorio ucraino.

Vladimir Ruban, direttore del Centro ucraino per il rilascio dei prigionieri Ofitsiersky Korps, è stato arrestato lo scorso giovedì 8 marzo mentre cercava di entrare in Ucraina dalla RPD (Rrepubblica Popolare di Doneck). Fonti ufficiale della polizia hanno confermato di aver rinvenuto nella sua autovettura una quantità tale di armi da far scattare immediatamente l’allarme circa la preparazione di un attacco terroristico. Stando alle indagini portate avanti dai servizi di intelligence ucraini, inoltre, nel mirino di Ruban vi sarebbe stato proprio il presidente Poroshenko.

“Vorrei chiedere al capo dei Servizi di Sicurezza dell’Ucraina, il generale Gritsak, di assumere personalmente il controllo delle indagini sul caso Ruban e portare alla luce i dettagli della vicenda nel più breve tempo possibile al fine di assicurare i colpevoli alla giustizia e garantire la pace e la tranquillità dei cittadini del nostro Paese”, ha affermato il presidente durante un incontro con il capo dell’intelligence ucraina.

Gritsak, da parte sua, ha dichiarato che saranno presto resi noti i dettagli del caso e che “per qualcuno potranno risultare scioccanti”.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.