Ambasciatore Iraq a Mosca: “Armi russe decisive per sconfiggere ISIS”

Pubblicato il 8 marzo 2018 alle 21:00 in Iraq Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’ambasciatore dell’Iraq a Mosca, Haidar Mansour Hadi Al-Athari, ha dichiarato che il ministero degli Esteri ha espresso il desiderio del governo iracheno di acquistare i sistemi anti-missile S-400. Prima di procedere ai negoziati con la Russia, la decisione dovrà essere concordata con il Consiglio di Sicurezza Nazionale.

“Riguardo i recenti avvertimenti da parte degli Stati Uniti sull’acquisto degli S-400 da parte dell’Iraq, va anche detto che all’interno degli accordi strategici abbiamo stabilito buoni rapporti con Washington. Allo stesso tempo, tuttavia, abbiamo delle solide e ottime relazioni con la Russia. Ma il governo deciderà autonomamente. L’obiettivo principale del paese deve essere quello di proteggere il territorio nazionale da minacce interne ed esterne”, ha dichiarato.

“[…] Se l’Iraq deciderà di acquistare questo sistema, la comunità internazionale rispetterà la posizione di Baghdad. Se gli Stati Uniti non saranno d’accordo, cercheremo di risolvere le difficoltà attraverso la via diplomatica. Finora, ad ogni modo, non abbiamo preso alcuna decisione sull’acquisto degli S-400”, ha proseguito l’ambasciatore.

“Nessuno ha parlato di sostituire nulla. Abbiamo indiscutibilmente buoni rapporti con gli americani, ma la maggior parte dell’arsenale militare iracheno è costituito da armi sovietiche”, ha poi dichiarato in merito alla possibile sostituzione delle armi statunitensi con quelle russe.

Tra l’Iraq e la Russia sono stati firmati contratti per la fornitura di armi da oltre 4 miliardi di dollari.

“Ci tengo inoltre a sottolineare che riteniamo che le armi russe siano state decisive per la nostra vittoria sull’ISIS. Non solo, alcuni comandanti iracheni sono stati addestrati in Russia. Tra l’Iraq e la Russia esiste una storica relazione in ambito di cooperazione militare”, ha concluso l’ambasciatore.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.