Italia: tra naufragi e proteste, ultimi aggiornamenti

Pubblicato il 7 marzo 2018 alle 9:27 in Immigrazione Italia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM) ha reso noto che sabato 3 marzo si sono verificati due naufragi al largo della Libia.

Nel primo, un’imbarcazione con a bordo 51 migranti è affondata mentre cercava di raggiungere l’Italia In 23 sono morti, tra cui 2 neonati. Nel secondo incidente, invece, 132 persone che viaggiavano a bordo di un gommone sono state tutte salvate. Alcuni superstiti sono giunti nel porto di Pozzallo martedì 6 marzo, mentre altri sono stati riportati in Libia.

Come evidenziato da Reuters, la morte dei 23 individui costituisce l’incidente più grave che si è verificato nel Mediterraneo centrale in un mese. Il portavoce dell’IOM, Joel Millman, ha riferito che, quasi ogni giorno, vengono registrati nuovi decessi nelle acque marocchine, spagnole e algerine. Secondo le stime dell’organizzazione, dal primo gennaio al 4 marzo 2018, sono morti 421 migranti nel Mediterraneo, 100 in meno rispetto al 2017.

Per quanto riguarda gli arrivi in Italia, le statistiche del Ministero dell’interno rendono noto che, dal primo gennaio al 6 marzo 2018, sono sbarcati sulle coste italiane 5.334 migranti, di cui 3.739 sono partiti dalla Libia. Si tratta di una diminuzione del 75.46% rispetto allo stesso periodo del 2017, in cui arrivarono in Italia via mare 15.843 stranieri. Le prime cinque nazionalità di migranti sono eritrea, tunisina, nigeriana, pakistana e libica.

Martedì 6 marzo, la città di Firenze è stata teatro di proteste da parte di decine di immigrati, i quali hanno marciato nel centro storico in seguito alla morte del senegalese 53enne Idy Dienec, venditore ambulante ucciso a colpi di pistola dal 65enne italiano Roberto Pirrone, ex tipografo in pensione. Nonostante l’uomo abbia confessato alla polizia di aver compiuto il gesto per disperazione e con l’obiettivo di voler andare in galera per farla finita, senza essere mosso da motivazioni razziste, gli immigrati hanno protestato criticando le politiche anti-migranti promosse dalla Lega, il partito di Matteo Salvini, che ha ottenuto un numero sorprendente di voti alle elezioni del 4 marzo.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.