Russia: il muro di frontiera lituano non è un problema politico

Pubblicato il 16 febbraio 2018 alle 15:00 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il governatore della regione di Kaliningrad, Anton Alichanov, ha affermato che le autorità locali non ritengono vi siano motivazioni politiche dietro la costruzione di fortificazioni e barriere al confine con l’enclave russa da parte della Lituania e afferma che comprendono che i confini di tutti gli stati devono essere protetti.

Il comando delle guardie di frontiera della Lituania aveva comunicato nei giorni scorsi di aver firmato un accordo con una società appaltatrice per costruire una barriera protettiva al confine con la Russia lunga 44,6 km. Il valore della commessa, secondo quanto riferito, ammonta a 1,3 milioni di euro.

“Non cerchiamo ragioni politiche in materia, comprendiamo che occorre proteggere il confine sia dalla loro che dalla nostra parte dagli attraversamenti illegali, sia che si tratti di migranti clandestini che di contrabbando. Il contrabbando a volte è abbastanza istituzionalizzato, ha assunto forme stabili e processi ciclici, dobbiamo lottare insieme contro questo problema e se i mezzi tecnici stabiliti dalla Lituania ci aiutano, beh, possiamo solo essere a favore”, ha dichiarato Alichanov in un’intervista all’agenzia di stampa russa Ria Novosti a margine del Forum Russo d’Investimento che si sta tenendo in questi giorni a Sochi.

Alichanov ha ammesso di non aver visto il muro, e di essere stato una sola volta in vita sua in Lituania quando ha portato la sua auto da Mosca a Kaliningrad: “l’unica cosa che ho letto è che lo stanno finendo” – ha affermato il governatore dell’enclave russa che si trova tra Polonia e Lituania in un chiaro intento di smorzare le polemiche sia interne sia con le autorità di Vilnius.

Anton Alichanov, nato a Sukhumi, in Abchazia, 31 anni fa, è governatore di Kaliningrad dal 6 ottobre 2016, ed è la persone più giovane ad aver assunto la massima carica in uno degli 85 soggetti federali che compongono la Federazione russa. Membro del partito Russia Unita, di Vladimir Putin, è considerato uno dei giovani politici più promettenti della Federazione, da quando occupa il delicato ruolo di governatore dell’enclave separata dal resto della Russia da circa 500 Km di territorio facente parte dell’Unione Europea.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.