Mosca accusa Washington di voler prendere il controllo del confine turco-siriano

Pubblicato il 22 gennaio 2018 alle 21:00 in Russia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli Esteri della Federazione Russa, Sergey Lavrov, ha dichiarato che gli Stati Uniti cercano di prendere il controllo dei territori al confine turco-siriano sfruttando gli alleati curdi.

“Da tempo gli Stati Uniti hanno intrapreso la strada per creare autorità alternative su gran parte del territorio siriano. Washington incrementa apertamente le forniture di armi in Siria ai gruppi armati che collaborano con loro, prima di tutto le unità curde delle Forze Democratiche Siriane”, ha dichiarato Lavrov nel corso di una conferenza stampa dopo i colloqui con il ministro degli Esteri dello Yemen.

“Queste gravi ingerenze nella politica siriana sono state confermate pochi giorni fa con la creazione di alcune forze di sicurezza nelle zone di confine con la Turchia e l’Iraq. Successivamente sono state fatte delle goffe confutazioni, sebbene le azioni per prendere il controllo del territorio siriano al confine con Iraq e Turchia siano proseguite”, ha aggiunto Lavrov.

In precedenza i media avevano riferito che la coalizione guidata dagli Stati Uniti aveva iniziato a formare in Siria le cosiddette “forze di sicurezza di confine” in collaborazione con le Forze Democratiche Siriane, un’alleanza di gruppi anti-Assad creata con il beneplacito americano inizialmente per combattere i terroristi dello Stato Islamico. Il gruppo, costituito in prevalenza da curdi, riceve assistenza militare direttamente dagli Stati Uniti.

La Turchia, da parte sua, ha dichiarato che avrebbe preso tutte le misure necessarie per impedire la comparsa di forze di sicurezza curde in prossimità dei suoi confini. Il segretario di Stato degli Stati Uniti, Rex Tillerson, ha dichiarato tuttavia che Washington non ha alcuna intenzione di creare “forze di confine” in Siria.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.