Siria: centinaia di militanti dell’ISIS a sud di Damasco

Pubblicato il 21 dicembre 2017 alle 6:03 in Siria USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La coalizione internazionale, a guida americana, che combatte contro lo Stato Islamico ha annunciato che centinaia di militanti dello Stato Islamico si sono trasferiti nelle aree a sud di Damasco, che si trovano sotto il controllo del governo di Bashar Al-Assad.

Martedì 19 dicembre, il portavoce della coalizione, il colonnello Ryan Dillon, ha dichiarato che il fatto che l’ISIS abbia perso tutto il territorio precedentemente sotto il suo controllo non significa che la battaglia contro lo Stato Islamico sia conclusa, dal momento che le Syrian Democratic Forces sono ancora impegnate a combattere alcuni elementi dell’organizzazione. In tal senso, il portavoce della coalizione ha sottolineato che le dichiarazioni del presidente russo, Vladimir Putin, in merito alla fine dell’organizzazione in Siria non sono veritiere.

Dillon fa riferimento al fatto che, mercoledì 6 dicembre 2017, Putin aveva dichiarato che le operazioni contro lo Stato Islamico sulle rive orientale e occidentale del fiume Eufrate erano state completate con successo, annunciando la fine delle operazioni militari russe in Siria.

In merito alla presenza dell’ISIS nel territorio siriano, Dillon ha affermato che recentemente la coalizione ha sventato un tentativo dei militanti dell’organizzazione di recarsi nel territorio occidentale del Paese, attraverso l’area di Al-Tanf. Il portavoce ha ribadito che le truppe americane rimarranno in Siria con il duplice obiettivo di sconfiggere definitivamente lo Stato Islamico e di contribuire al raggiungimento di una soluzione politica al conflitto in Siria. La posizione degli Stati Uniti era stata espressa anche dal segretario della Difesa degli Stati Uniti, James Mattis, il 13 novembre.

In merito alla situazione dell’Iraq, il portavoce della coalizione si è congratulato con il primo ministro, Haider Al-Abadi, per il proprio successo contro l’ISIS e ha dichiarato che la coalizione continuerà a sostenere le Syrian Democratic Forces, attraverso attività di consulenza, addestramento ed equipaggiamento, nella loro lotta per sconfiggere le ultime cellule dell’organizzazione nel Paese.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.