Aerei da guerra cinesi vicino alla Corea del Sud

Pubblicato il 18 dicembre 2017 alle 21:03 in Asia Corea del Sud

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Cinque aerei da guerra dell’aviazione cinese sono entrati nella Zona di Identificazione di Difesa Aerea della Corea del Sud (KADIZ), lunedì 18 dicembre, mentre il presidente sudcoreano, Moon Jae-in, rientrava in patria dalla sua visita ufficiale a Pechino.

Intorno alle 10 del mattino di venerdì 18 dicembre, 5 aerei dell’aviazione cinese – due bombarieri, due fighter jet e un aereo di ricognizione – sono entrati nella Zona di Identificazione di Difesa Aerea della Corea del Sud per uscirne alle 13.47. Seoul ha immediatamente inviato alcuni fighter per controllare la situazione, secondo quanto riferito dall’esercito sudcoreano.

“Abbiamo parlato con la controparte cinese immediatamente tramite una hot-line e ci è stato riferito che l’operazione era parte di un esercizio di routine, stiamo analizzando la situazione”, ha riferito il portavoce delle forze armate della Corea del Sud. Una situazione simile si era verificata il 9 gennaio di quest’anno, secondo quanto riportato da DWnews.

Il punto in cui la Zona di Difesa Aerea della Corea del Sud sarebbe stata violata dai fighter cinesi è situato vicino all’isola di Ieo, un’area in cui essa si sovrappone con le zone di difesa aerea tracciate unilateralmente dalla Cina e dal Giappone. Il Ministero degli Esteri di Pechino ha più volte sottolineato che l’isola di Ieo è isolata nel mare e non ricade sotto la sovranità di alcun Paese, né esistono contese territoriali tra la Cina e la Corea del Sud in merito, sebbene essa sia situata in un punto in cui le zone di difesa aerea e le zone economiche esclusive dei due Paesi si sovrappongono, nel Mar Cinese Orientale.

Gli aerei cinesi si sono avvicinati alla Corea del Sud proprio mentre il presidente sudcoreano, Moon Jae-in, rientrava in patria dalla sua visita ufficiale in Cina e ne traeva le somme. Il bilancio degli incontri svoltisi a Pechino – in particolar modo quello con Xi Jinping – è stato molto positivo, secondo il presidente sudcoreano e di importanza fondamentale per la normalizzazione dei rapporti bilaterali tra Cina e Corea del Sud dopo un anno difficile. Le relazioni tra Pechino e Seoul hanno vissuto un periodo di forte tensione e quasi congelamento totale a causa dell’installazione in Corea del Sud di uno scudo anti-missile statunitense, il THAAD, a cui la Cina si è fortemente opposta.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti cinesi e redazione a cura di Ilaria Tipà

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.