Iraq: seconda fase dell’operazione contro l’ISIS nel deserto

Pubblicato il 9 dicembre 2017 alle 6:04 in Iraq Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le forze irachene hanno lanciato la seconda fase dell’operazione mirata a sconfiggere le cellule dello Stato Islamico che si trovano nelle zone desertiche vicine alle ex roccaforti dell’organizzazione.

In un comunicato, emanato venerdì 8 dicembre 2017, il Joint Operations Command ha dichiarato che “le truppe irachene, insieme alle Forze di mobilitazione popolare, hanno dato nuovo impulso alla liberazione delle aree della regione di Al-Jazeera, situata tra le province di Ninive e Al-Anbar, all’interno della seconda fase delle operazioni”.

La prima fase era stata lanciata il 23 novembre 2017 ed era mirata a sconfiggere gli ultimi militanti dello Stato Islamico che si erano rifugiati nella zona desertica situata tra le valli dei fiumi Tigri ed Eufrate, al confine tra Siria e Iraq. L’obiettivo dell’operazione era quello di impedire ai combattenti dell’ISIS di utilizzare il territorio come base per attacchi futuri. Si trattava dell’inizio della battaglia finale contro l’ISIS nel Paese, secondo quanto riferito da un militare dell’esercito iracheno, il colonnello Salah Kareem.

L’operazione era stata lanciata dopo che, martedì 21 novembre 2017, il primo ministro iracheno, Haider Al-Abadi, aveva annunciato la sconfitta militare dello Stato Islamico in Iraq, ma non la sua disfatta definitiva. In tale occasione, il premier iracheno aveva affermato che avrebbe dichiarato la vittoria definitiva contro l’organizzazione soltanto dopo aver sconfitto gli ultimi militanti che si sono rifugiati nel deserto.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.