Palestina: Israele schiera più soldati in Cisgiordania

Pubblicato il 7 dicembre 2017 alle 19:16 in Israele Palestina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’esercito israeliano ha annunciato lo schieramento di ulteriori centinaia di truppe in Cisgiordania, dopo il riconoscimento ufficiale di Gerusalemme come capitale di Israele da parte del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

In un comunicato, emanato giovedì dicembre 2017, le forze armate israeliane hanno dichiarato che “Al termine della valutazione della situazione da parte dello Stato Maggiore, è stato deciso che alcuni battaglioni, oltre all’intelligence militare e alla difesa territoriale, verranno rafforzati nel territorio”. Nel comunicato si legge anche che “sono state stabilite le forze di riserva, al fine di essere pronti ad affrontare i possibili sviluppi”.

Secondo quanto riferito dal quotidiano Al-Monitor, un gran numero di truppe israeliane si starebbe preparando al posto di blocco di Qalandia, situato tra Gerusalemme e il territorio settentrionale della Cisgiordania. Le truppe sarebbero state schierate per prevenire le possibili conseguenze del riconoscimento, da parte del presidente americano, di Gerusalemme come capitale di Israele, annunciato ufficialmente mercoledì 6 dicembre 2017. Il giorno successivo alla dichiarazione di Trump, Hamas ha invitato il popolo palestinese a una nuova Intifada, considerando la decisione del presidente degli Stati Uniti un vero e proprio atto di guerra.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’inglese e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.