Ginevra 8: negoziati diretti tra il regime siriano e l’opposizione

Pubblicato il 30 novembre 2017 alle 11:32 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La delegazione del regime siriano è arrivata a Ginevra per prendere parte all’ottava sessione dei negoziati di pace, iniziati martedì 28 novembre.

Mercoledì 29 novembre 2017, i rappresentanti del governo di Bashar Al-Assad hanno incontrato l’inviato speciale del segretario generale dell’ONU per la Siria, Staffan de Mistura, per discutere la situazione del Paese e le modalità per porre fine alla guerra civile, iniziata il 15 marzo 2011.

Il giorno precedente, il 28 novembre 2017, la delegazione aveva deciso di non partecipare alla prima giornata dei colloqui di Ginevra a causa della richiesta avanzata pochi giorni prima, il 24 novembre 2017, da parte dell’opposizione siriana, la quale aveva chiesto le dimissioni del presidente Bashar Al-Assad, come condizione per la creazione di uno Stato siriano dopo la fine della guerra civile. Damasco avrebbe visto la richiesta come un “passo indietro” nelle trattative.

I negoziati di Ginevra sono incontri tra il governo siriano e l’opposizione, che si svolgono sotto l’egida delle Nazioni Unite, mirati a trovare una soluzione politica alla guerra civile siriana. Il 24 novembre 2017, aveva annunciato di aver trovato un accordo in merito alla creazione di una delegazione che condividesse una posizione comune durante il processo di pace. Fino a questo momento, l’opposizione siriana era talmente divisa al suo interno da non riuscire a presentarsi come un fronte compatto, in grado di costituire un’alternativa concreta al regime siriano.

Alla fine della prima giornata di consultazioni, il capo della delegazione dell’opposizione, Nasr Al-Hariri, aveva definito le trattative con l’inviato speciale del segretario generale dell’ONU per la Siria, Staffan de Mistura, “buone”. In merito all’assenza della delegazione del governo siriano, Al-Hariri ha accusato il regime di tentare di indebolire il processo politico, rifiutandosi di partecipare ai negoziati di Ginevra. Da parte sua, de Mistura ha chiesto il sostegno dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, ovvero Cina, Francia, Regno Unito, Russia e Stati Uniti.

Giovedì 30 novembre 2017 i rappresentanti del regime siriano incontreranno la delegazione dell’opposizione, per avviare trattative dirette in merito alla guerra civile siriana.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.