Argentina: polemiche sulle responsabilità politiche dell’affondamento del sottomarino

Pubblicato il 29 novembre 2017 alle 15:00 in America Latina Argentina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’ex ministro della difesa dell’Argentina, Nilda Garré, ha difeso pubblicamente i lavori di riparazione effettuati sul sottomarino ARA San Juan durante il suo mandato ed ha accusato l’attuale ministro Aguad di essere “inesistente”.

Nel 2015, l’ARA San Juan, varato nel 1985, era stato oggetto di importanti lavori di riparazione che, secondo le autorità dell’epoca gli avrebbero garantito “altri trent’anni di vita sui mari”.

Lo scorso 15 novembre il sottomarino ha perso i contatti con la base e dopo una settimana di infruttuose ricerche è giunta la conferma che i radar degli USA e delle Nazioni Unite hanno registrato un’esplosione nella zona dove si trovava il natante, inabissatosi con 44 membri dell’equipaggio a bordo.

Il presidente argentino Mauricio Macri ha promesso ai familiari un’indagine accurata sulle responsabilità politiche, tecniche e militari della tragedia.

Nilda Garré, ministro della difesa nel primo governo di Cristina Kirchner, si è sentita chiamata in causa ed ha difeso la propria gestione, accusando l’attuale ministro, il radicale Oscar Aguad di aver ignorato la crisi per giorni prima di recarsi a Mar del Plata, la base che ha ospitato i familiari dei 44 membri dell’equipaggio dell’ARA San Juan.

“Non è il ministro della difesa che ci aspettavamo, che per 48 ore non si accorge che è sparito un sottomarino – ha attaccato Garré – per un ministro della difesa la comunicazione con le forze armate e con tutti i livelli della gerarchia militare è fondamentale”.

Le polemiche politiche infuriano in Argentina dopo l’affondamento del sottomarino. La Marina è sotto accusa per aver ignorato per 12 giorni l’esplosione registrata da USA e ONU e per le riparazioni effettuate nel 2015, a seguito di un problema in fase di emersione dell’ARA San Juan nel 2014.

Nilda Garré, allora ministro, assicura che la decisione di riparare il sottomarino “è stata presa nel 2008 e sono state seguite tutte le procedure sotto la supervisione dell’azienda tedesca che lo aveva costruito”. La riparazione fu portata a termine dal successore di Nilda Garré, Agustín Rossi.

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.