L’Arabia Saudita comprerà 7 miliardi di dollari di munizioni dagli USA

Pubblicato il 24 novembre 2017 alle 11:03 in Arabia Saudita Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Arabia Saudita comprerà dagli Stati Uniti munizioni guidate di precisione del valore totale di circa 7 miliardi di dollari.

Secondo alcune fonti, l’accordo farebbe parte del patto sulle armi del valore di 110 miliardi di dollari, concluso tra il monarca saudita, re Salman, e il presidente americano, Donald Trump, il 20 maggio 2017 a Riad.

La questione della vendita di armi all’Arabia Saudita da parte degli Stati Uniti è molto complessa, dal momento che il Congresso americano sta valutando un progetto di risoluzione che prevede la fine del sostegno militare e di intelligence alla coalizione araba, a guida saudita, nella guerra contro le milizie degli Houthi in Yemen.

Tale valutazione da parte degli Stati Uniti è dovuta al fatto che, il 5 ottobre 2017, il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, aveva inserito la coalizione araba all’interno della lista nera di coloro che violano i diritti dei bambini nelle aree di conflitto. Il timore della comunità internazionale è che l’Arabia Saudita impieghi le armi americane nel conflitto, causando la morte di civili.

In merito alla vendita delle munizioni guidate di precisione, il Dipartimento di Stato americano deve ancora notificare formalmente l’accordo di vendita. In questo contesto, una fonte del Dipartimento ha dichiarato: “Non commentiamo, non confermiamo né smentiamo la vendita fino a quando verrà notificata formalmente dal Congresso” e ha aggiunto che il governo americano terrà in considerazione fattori quali “l’equilibrio della regione, i diritti umani e l’impatto sulla base industriale della difesa americana”.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.