Il presidente ceco contro le sanzioni anti-russe

Pubblicato il 22 novembre 2017 alle 21:00 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Vladimir Putin ha ricevuto a Sochi il presidente della Repubblica Ceca Milos Zeman, nel quadro dei bilaterali che il capo del Cremlino sta tenendo nella sua residenza estiva con diversi leader mondiali tra cui il siriano Assad e il turco Erdogan.

Dopo il vertice con il presidente russo, Zeman, da sempre contrario alla politica di sanzioni contro la Russia, ha dichiarato che sarebbe il momento che l’UE e la Russia ritirino le reciproche sanzioni. Vladimir Putin si è detto d’accordo con la posizione dell’omologo ceco e ha osservato che la normalizzazione delle relazioni russo-europee sarebbe vantaggiosa per tutti.

“Questo riguarda non solo le sanzioni europee contro la Russia, ma anche le contro-sanzioni russe contro la UE” ha detto Zeman dopo l’incontro con Vladimir Putin a Sochi. La UE ha adottato le sanzioni dopo l’inasprimento della crisi ucraina e la Russia ha adottato un embargo sulle importazioni di prodotti alimentari dai paesi europei.

Il presidente della Repubblica Ceca Milos Zeman ha invitato a porre fine alle sanzioni economiche, che la UE ha imposto alla Russia, e anche alle contro-sanzioni russe. Le misure russe, che prevedono il bando all’importazione di prodotti agroalimentari dall’Unione Europea “stanno danneggiando l’agricoltura e l’allevamento della Repubblica Ceca” senza che ne sia giunta una compensazione politica, ha osservato Zeman.

“Signor presidente, bisogna porre fine a questa situazione!” – ha esortato il leader ceco. Putin ha risposto che la normalizzazione delle relazioni tra Russia e UE è nell’interesse comune di Mosca e Praga. Il leader del Cremlino ha inoltre ringraziato Milos Zeman per “la discussione aperta” e anche per l’attenzione che egli pone nello sviluppo delle relazioni tra due governi.

Dopo la caduta dell’esecutivo socialdemocratico e le elezioni anticipate, la Repubblica Ceca sta attraversando un complicato negoziato in vista della formazione del governo, dopo che il partito liberal-conservatore ANO ha vinto le elezioni senza tuttavia conquistare la maggioranza assoluta.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.