Siria: incontro tra Putin e Al-Assad

Pubblicato il 21 novembre 2017 alle 14:24 in Russia Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha incontrato il proprio omologo siriano, Bashar Al-Assad, a Sochi, in Russia, per discutere la situazione della Siria e la necessità di trovare una soluzione politica al conflitto in corso da quasi sette anni. All’incontro hanno partecipato anche alcuni rappresentanti del Ministero della Difesa e delle forze russe.

In un comunicato del Cremlino, emanato martedì 21 novembre 2017, Mosca si è congratulata con il presidente siriano per i successi ottenuti contro lo Stato Islamico e ha sottolineato l’importanza di una transizione politica in Siria. Il presidente ha aggiunto che discuterà la questione siriana con il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, l’emiro del Qatar, Sheikh Tamim bin Hamad Al-Thani, e altri leader della regione. Da parte sua, Al-Assad si è detto pronto a collaborare con “tutti coloro che vogliono la pace e una soluzione”.

Durante l’incontro, che si è tenuto a Sochi, in Russia, nella serata di lunedì 20 novembre 2017, Putin ha dichiarato di voler discutere con Al-Assad i principi fondamentali per organizzare il processo politico e una conferenza che riunisca tutto il popolo siriano, sotto l’egida del presidente.

In questa occasione, il presidente siriano ha affermato: “A questo punto, in particolare dopo aver vinto contro i terroristi, è nel nostro interesse andare avanti nel processo politico. Crediamo che la situazione che viviamo sul territorio e in politica ci consenta di aspettarci progressi nel processo politico. Contiamo sul supporto della Russia per assicurare che gli attori esterni non interferiscano nel processo politico”. Al-Assad ha poi aggiunto: “Non vogliamo guardare indietro. Accogliamo favorevolmente tutti coloro che vogliono davvero trovare una soluzione politica. Siamo pronti a intraprendere un dialogo con loro”. In merito al supporto della Russia durante la guerra civile, il presidente ha dichiarato: “A nome di tutto il popolo siriano, vorrei esprimere la mia gratitudine per quello che avete fatto. Non ce lo dimenticheremo”.

Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Reuters, si è trattato del primo viaggio pubblico di Al-Assad fuori dalla Siria dal 2015, quando il presidente siriano si era recato a Mosca per incontrare Putin. L’ultimo incontro tra i due presidenti risale, infatti, al 20 ottobre 2015, qualche settimana dopo l’intervento della Russia nel conflitto civile siriano, avvenuto il 30 settembre.

L’incontro tra Putin e Al-Assad si è tenuto pochi giorni dopo la definitiva sconfitta dell’ISIS nel territorio siriano. Dopo la liberazione di Raqqa e di Deir Ezzor, avvenute rispettivamente il 17 ottobre e il 3 novembre 2017, domenica 19 novembre, le forze del regime siriano, sostenute dai propri alleati, hanno preso il pieno controllo di Albu Kamal, l’ultima grande città dello Stato Islamico in Siria. Nonostante la liberazione delle roccaforti dell’ISIS non comporti la definitiva sconfitta dell’organizzazione, che si starebbe riorganizzando in un gruppo terroristico, dopo la ripresa di Albu Kamal, la guerra civile siriana entrerà in una nuova fase, nella quale Al-Assad sta consolidando il proprio dominio nel territorio siriano.

Da parte sua, la Russia sta cercando di trovare una soluzione politica al conflitto siriano. Due giorni prima dell’incontro tra Putin e Al-Assad, i ministri degli Esteri di Iran, Russia e Turchia si sono incontrati ad Antalya, nel sud della Turchia, per discutere la guerra civile siriana. Il 22 novembre, infine, i presidenti dei tre Paesi si incontreranno a Sochi in occasione del “Congresso del dialogo siriano”, che includerà tutte le parti coinvolte nella guerra civile.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.