Torino: iniziato sgombero dell’ex MOI, dimora di 750 migranti

Pubblicato il 20 novembre 2017 alle 16:11 in Immigrazione Italia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Lunedì 20 novembre 2017, è iniziato lo sgombero dell’ex MOI, l’ex villaggio olimpico di Torino che, da tempo, ospitava diverse famiglie di migranti. L’agenzia di stampa ANSA riporta che i primi stranieri che lasceranno la struttura verranno collocati presso la Diocesi di Torino, la quale ha messo a disposizione alcuni posti letto.

Il presidente della circoscrizione 8 di Torino, Davide Ricca, ha riferito che le operazioni di sgombero stanno procedendo correttamente: “È stato portato avanti un processo condiviso con gli occupanti, che già ieri erano stati informati del trasferimento”. Oltre alla Digos, sono presenti sul luogo gli assessori comunali al Sociale e alla Sicurezza, Sonia Schellino e Roberto Findardi. Nelle palazzine dell’ex villaggio olimpico vivevano circa 750 stranieri, 50 dei quali nelle cantine delle strutture. Soltanto 5 migranti, inizialmente, si erano rifiutati di lasciare i sotterranei di una palazzina, dove si sono barricati in segno di protesta. Tuttavia, non appena giunta la ditta per effettuare il trasloco, sono stati costretti ad uscire.

Il progetto MOI, Migranti Opportunità d’Inclusione, nato nella primavera del 2017, è un accordo inter-istituzionale tra il Comune di Torino, la Prefettura, la Compagna San Paolo, la Città Metropolitana di Torino, la Regione Piemonte e la Diocesi di Torino. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di affrontare l’emergenza della sistemazione e dell’occupazione lavorativa dei migranti, al fine di ristrutturare gradualmente le palazzine dell’ex villaggio olimpico ai fini della riqualificazione urbana e sociale. All’inizio dello scorso aprile, ha avuto inizio la mappatura dei migranti presenti nelle strutture, che consiste in una serie di colloqui tra i migranti che abitano nella zona e la squadra del MOI, durante i quali gli stranieri rispondono a un questionario. La finalità è quella di raccogliere informazioni di tipo anagrafico e indicazioni relative agli interessi abitativi e lavorativi dei migranti.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.