Yemen: gli Houthi contro l’Arabia Saudita

Pubblicato il 16 novembre 2017 alle 6:03 in Medio Oriente Yemen

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il capo del Consiglio presidenziale degli Houthi, Saleh Al-Sammad, ha giurato vendetta contro l’Arabia Saudita, a causa della decisione di Riad di chiudere tutti gli accessi al Paese.

Lunedì 6 novembre 2017, la coalizione araba, a guida saudita, aveva deciso di chiudere tutti gli accessi aerei, marittimi e di terra in Yemen, al fine di contrastare l’invio delle armi agli Houthi da parte dell’Iran. La decisione era stata presa in seguito al lancio, da parte dei ribelli yemeniti, di un missile balistico contro l’aeroporto internazionale King Khaled, situato nella capitale saudita. Il razzo non aveva causato alcun danno, poiché era stato immediatamente dirottato e ridotto in frammenti in una zona disabitata a est di Riad. Lunedì 13 novembre, l’Arabia Saudita aveva dichiarato che la coalizione araba, a guida saudita, che combatte in Yemen avrebbe riaperto gli aeroporti e i porti, a causa della pressione delle organizzazioni umanitarie, che temono che il blocco possa condannare milioni di persone “a morire di fame”.

La dichiarazione di Al-Sammad è giunta in seguito a una serie di proteste da parte dei sostenitori degli Houthi che, avevano manifestato per le strade di Sanaa contro la decisione saudita. In merito alla questione, Al-Sammad ha dichiarato che, con il blocco contro il Qatar, la coalizione ha “chiuso la porta alla pace e al dialogo” e ha aggiunto la risposta degli Houthi sarà direttamente proporzionale alla forza dell’embargo.

Mercoledì 14 novembre 2017, fonti degli Houthi hanno riferito che un raid aereo della coalizione araba, a guida saudita, ha distrutto una stazione radio dell’aeroporto internazionale di Sanaa, che ha un ruolo fondamentale nella ricezione degli aiuti umanitari. L’attacco avrebbe “portato alla totale distruzione di un sistema di navigazione radio VOR/DME, rendendolo offline e bloccando, di conseguenza, i voli presso l’aeroporto di Sanaa”, si tratta dei pochi voli che portano in Yemen aiuti umanitari da parte delle Nazioni Unite e delle organizzazioni internazionali.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Traduzione dall’inglese e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.