Congresso USA rimuove Lashkar-e-Taiba dalle priorità del Pakistan nella lotta al terrorismo

Pubblicato il 16 novembre 2017 alle 6:01 in Pakistan USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Congresso americano ha rimosso una disposizione dal National Defence Authorization Act 2018 che avrebbe richiesto al segretario della Difesa americano di verificare che il Pakistan abbia preso provvedimenti per contrastare efficacemente le attività del gruppo terroristico Lashkar-e-Taiba (LeT) e della rete Haqqani (HQN). Secondo quanto riportato dal quotidiano pakistano The Dawn, le verifiche saranno richieste soltanto per la rete Haqqani, in quanto Washington sta focalizzando la propria attenzione specialmente sull’Afghanistan.  Nonostante gli USA considerino entrambe organizzazioni terroristiche, sostengono che Lashkar-e-Taiba sia più attiva in Kashmir, e non rappresenti quindi una minaccia per le autorità di Kabul.

Lashkar-e-Taiba fu fondata in Afghanistan, nel 1987, da Hafiz Saeed, Abdullah Azzam e Zafar Iqbal, con il sostegno finanziario del leader di al-Qaeda, Osama Bin Laden. Secondo fonti attendibili, il suo quartier generale sarebbe a Muridke, vicino Lahore, nella provincia del Punjab, in Pakistan. Lashkar-e-Taiba, inoltre, gestisce alcuni campi di addestramento nella parte del Kashmir che ricade sotto l’amministrazione del Pakistan. L’obiettivo dell’organizzazione è quello di liberare la porzione del Kashmir controllata dell’India, dove vorrebbe instaurare uno Stato Islamico per poi imporre il suo dominio su tutto il sud-est asiatico. Tale gruppo è responsabile della strage di Mumbai del 2008, in cui morirono 164 persone. 

Dall’altra parte, la rete Haqqani, un’organizzazione militante islamista sunnita fondata negli anni ‘80 da Jalaluddin Haqqan, è attiva nella base pachistana del Waziristan del Nord, da dove conduce operazioni transfrontaliere in Afghanistan orientale e a Kabul. Per queste ragioni, gli Stati Uniti la considerano una minaccia ai tentativi di stabilizzazione del Paese asiatico e, di conseguenza, vogliono che il Pakistan si impegni nel contrastarla.

Il quotidiano pakistano spiega che Washington continuerà a chiedere alle autorità di Islamabad di impegnarsi anche nella lotta contro tutti i gruppi terroristici presenti nel Paese che mirano a colpire l’India. Tuttavia, la rimozione di Lashkar-eTaiba dal National Defence Authorization Act 2018 può essere considerata un forte segnale che indica al Pakistan di considerare la rete Haqqani una priorità nelle operazioni antiterrorismo.

Lo scorso 21 agosto, Donald Trump ha annunciato la nuova strategia americana in Afghanistan, il cui obiettivo è quello di eliminare definitivamente la minaccia terroristica dalla regione asiatica. A tal fine, gli USA hanno chiesto al Pakistan di impegnarsi a combattere i gruppi armati presenti all’interno dei suoi confini.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.